Somalia: 4 militanti di al-Shabaab uccisi in raid aereo americano

Pubblicato il 6 dicembre 2018 alle 13:21 in Somalia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il commando militare americano in Africa (Africom) ha reso noto di aver ucciso 4 militanti di al-Shabaab nel corso di un raid aereo nelle vicinanze di Awdheegle, in Somalia. Nel comunicato ufficiale si legge che la missione è stata effettuata dopo che i soldati americani e delle forze alleate erano stati attaccati dai jihadisti. Al momento, è stata esclusa la morte collaterale di civili nel corso dell’operazione, che è avvenuta il 4 dicembre.

Il giorno seguente, a distanza di quasi 30 anni, gli Stati Uniti hanno stabilito nuovamente una missione diplomatica permanente in Somalia. L’annuncio, effettuato dal Dipartimento di Stato americano, ha riferito che si è trattato di un evento storico che riflette i progressi compiuti dal Paese del corno d’Africa negli ultimi anni, e che costituisce un passo in avanti verso la formalizzazione dell’impegno diplomatico americano a Mogadiscio.

L’ambasciata USA nel Paese del Corno d’Africa era stata chiusa nel gennaio 1991, allo scoppio della guerra civile, conclusasi nel 2000, che aveva contrapposto le forze di diversi signori della guerra locali. Dal 2008, le autorità somale sono state impegnate nuovamente in una violenta lotta contro i militanti jihadisti dell’organizzazione terroristica al-Shabaab, legata ad al-Qaeda, attiva nel Paese e nelle aree circostanti. Il governo di Mogadiscio fa altresì i conti con una grave carestia che interessa il suo popolo, e con il fenomeno della pirateria marittima.

Gli Stati Uniti portano avanti periodici raid aerei in Somalia a sostegno del governo locale. Dopo l’insediamento del presidente americano, Donald Trump, alla Casa Bianca, si è registrato un netto potenziamento di tali offensive. Trump ha iniziato il mandato presidenziale, il 20 gennaio 2017, giurando di voler eliminare la minaccia jihadista da diversi Paesi, tra cui la Somalia. Ne è conseguito che, tra il gennaio e il novembre 2017, gli USA hanno compiuto 30 bombardamenti aerei nel Paese africano contro i militanti di al-Shabaab, di cui 14 soltanto nel mese di agosto, segnando una forte crescita rispetto al numero delle operazioni svolte negli anni precedenti, in linea con la volontà del presidente americano di voler eliminare definitivamente la minaccia terroristica. Tra il 3 e il 4 novembre 2017, sono stati altresì compiuti i primi raid aerei americani contro lo Stato Islamico nel Paese africano.

I bombardamenti precedenti a quelli del 4 dicembre erano avvenuti il 30 novembre a Lebebe, in cui sono morti 9 terroristi.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.