Salvini: “Se non cambiano regole, l’Italia non continuerà Operazione Sophia”

Pubblicato il 5 dicembre 2018 alle 15:13 in Immigrazione Italia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro dell’Interno e vice premier, Matteo Salvini, ha dichiarato che, se non verranno introdotte nuove regole, l’Italia dirà stop all’Operazione Sophia.

“La missione europea nel Mediterraneo scadrà il 31 dicembre prossimo, e noi manteniamo ferma l’indisponibilità a procedure di sbarco che prevedono l’approdo solo in porti italiani”, ha chiarito il capo del Viminale, aggiungendo che, ad ora, non ci sono stati progressi significativi nei negoziati, nonostante le richieste presentate dall’Italia per cambiare le regole della missione. “Senza una convergenza sulle nostre posizioni non riteniamo opportuno continuare la missione”, ha specificato Salvini. Tali dichiarazioni sono state rilasciare nel corso dell’audizione al comitato Schengen di mercoledì 5 dicembre.

Secondo le stime del Ministero dell’Interno, dal primo gennaio al 5 dicembre 2018, sono sbarcati in Italia 23.037 migranti, di cui 12.976 provenienti dalla Libia. Tali dati costituiscono una diminuzione rispettivamente dell’83% e del 92% rispetto alle cifre registrate nello stesso periodo del 2017. Per quanto riguarda le domande di asilo, dall’inizio dell’anno alla fine di novembre, Salvini ha reso noto che sono state complessivamente 49.636, ovvero il 60%in meno rispetto ai primi 11 mesi del 2017. Le posizioni esaminate finora sono state 86.466, di cui il 7% ha ottenuto lo status di rifugiato, il 4% la protezione sussidiaria e il 23% quella umanitaria. I dinieghi, invece, sono stati il 66%.

Al 30 novembre, i migranti presenti nei centri di accoglienza erano 141.851, pari al 24% in meno rispetto all’anno passato, quando la cifra i aggirava intorno ai 187.000. Salvini ha ricordato che, attualmente, sono attivi 14 strutture dedicate alla prima accoglienza, 9.029 dedicate ai centri temporanei e, nel sistema SPRAR, sono presenti 27.444 immigrati. In merito ai minori stranieri non accompagnati, in seguito ad un aumento registrato negli anni passati, nel 2018, è stata registrata una diminuzione significativa. Il Viminale rende noto che, dal primo gennaio al 3 dicembre 2018, sono sbarcati in Italia 3.485 minori soli, contro i 15.779 del 2017. Infine, al 31 ottobre scorso, i minori stranieri non accompagnati presenti nelle strutture di accoglienza dedicate erano 11.838, rispetto ai 18.479 dell’anno scorso.

L’Operazione Sophia è stata lanciata il 22 giugno 2015 dall’UE, con lo scopo di contrastare l’attività illegale dei trafficanti di esseri umani lungo il Mediterraneo centrale. Vi partecipano 26 Paesi su 28, ad esclusione di Danimarca e Slovacchia. Dall’ottobre 2016, gli ufficiali della missione sono impegnati nel sostegno e nell’addestramento della Guardia Costiera e della marina libica. Fino allo scorso agosto, sono stati addestrati complessivamente 237 Guardiacoste e militari della Marina Libica, mentre sono state neutralizzate 551 imbarcazioni e 151 presunti trafficanti di esseri umani, che sono stati consegnati alle autorità italiane. Inoltre, sono stati effettuati 2.199 accertamenti sul rispetto dell’embargo delle armi.

Consulta l’archivio sull’immigrazione di Sicurezza Internazionale, dove troverai centinaia di articoli in ordine cronologico.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.