Francia: governo sospende aumento tasse sul carburante

Pubblicato il 4 dicembre 2018 alle 13:04 in Europa Francia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il primo ministro francese, Edouard Phillippe, ha annunciato che il governo francese sospenderà gli aumenti delle tasse sul carburante, previsti a partire dal primo gennaio 2019, per una durata di 6 mesi, nella speranza che tale decisione riporti calma e la serenità nel Paese, rendendo possibile un dialogo.

La mossa segue settimane di proteste dei gilet gialli che, nell’ultimo fine settimana, sono diventate particolarmente violente. La polizia francese ha reso noto che, il primo dicembre, 412 persone sono state arrestate, di cui 378 rimangono ancora in custodia. Complessivamente, 263 cittadini sono rimasti feriti, di cui 133 nella capitale, tra cui 23 membri delle forze di sicurezza.

Finora, il presidente Emmanuel Macron aveva preferito non cedere alle richieste dei manifestanti, i quali chiedono una diminuzione delle tasse sul carburante. “Non accetterò mai la violenza, nessuna causa giustifica attacchi contro le autorità, le imprese, i giornalisti o che l’Arco di Trionfo venga danneggiato”, aveva affermato il leader dell’Eliseo.

Le proteste in Francia sono iniziate il 17 novembre e, in poco tempo, hanno assunto una dimensione nazionale, diffondendosi dalla capitale in tutto il Paese. Il movimento dei gilet gialli, appoggiato dalla maggioranza dei cittadini, sostiene che Macron deva ritirare le riforme finanziarie ed il nuovo regime fiscale, che hanno reso il costo della vita troppo alto in tutta la Francia. In particolare, i manifestanti sono contrari alle le tasse introdotte nel 2017 su diesel e petrolio al fine di incoraggiare l’energia “pulita” e sostenibile a livello ambientale.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.