Russia: Theresa May pronta a migliorare le relazioni

Pubblicato il 15 novembre 2018 alle 20:28 in Russia UK

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il primo ministro britannico Theresa May tende la mano alla Russia. Intervenendo al banchetto del Lord Mayor di Londra, la premier ha sottolineato come il Regno Unito voglia “altre” relazioni con Mosca. Estratti del discorso della premier sono trapelati sulla stampa sia britannica che russa, alla vigilia del difficile negoziato interno al governo May sull’accordo relativo alla Brexit.

Londra e Mosca hanno ridotto al minimo le relazioni diplomatiche dopo l’avvelenamento della ex spia russa Sergej Skripal’ in un supermercato di Salisbury, nel sud dell’Inghilterra.

“Restiamo aperti a un altro tipo di relazione, una relazione in cui la Russia fermerà gli attacchi che minano gli accordi internazionali e la sicurezza internazionale, e in cui lavorerà con noi per adempiere agli obblighi che sono comuni a noi membri del Consiglio di sicurezza dell’ONU. Se lo stato russo sceglierà questo percorso, se lo fa sul serio, risponderemo di conseguenza” – ha affermato Theresa May, che tuttavia, ha elogiato ancora una volta “l’unità internazionale di fronte alla violazione da parte della Russia delle regole mondiali”.

“L’anno scorso è stato tragicamente dimostrato che queste minacce sono più che reali, non solo attraverso l’uso sconsiderato delle armi chimiche nelle nostre strade da parte di due agenti dei servizi segreti russi, ma ha anche dimostrato la nostra disponibilità e la nostra forza nel rispondere. Insieme ai nostri alleati in risposta all’attacco di Salisbury, abbiamo coordinato la più grande espulsione di ufficiali dei servizi segreti russi nella storia” – ha affermato May.

Mosca, che accusa il Regno Unito di non collaborare nel caso Skripal’ e di non aver prodotto prove sulla colpevolezza della Russia nell’avvelenamento, non ha commentato le parole della premier britannica. 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e dall’inglese e redazione a cura di Italo Cosentino

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.