USA: figlio del leader Hezbollah designato come terrorista

Pubblicato il 14 novembre 2018 alle 17:36 in Libano USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Dipartimento di Stato americano, mercoledì 14 novembre, ha designato Jawad Nasrallah, figlio del leader di Hezbollah, Sayyed Hassan Nasrallah, come terrorista, accusandolo di aver compiuto attacchi contro Israele nella Cisgiordania occupata. Oltre a ciò, martedì 13 novembre, il Dipartimento ha inserito nella lista nera anche le Brigate Al-Mujahidin (AMB), le quali sono accusate di avere legami con il gruppo libanese e di aver organizzato una serie di attacchi contro obiettivi israeliani da una base nei territori palestinesi.

Lo scopo delle designazioni del Dipartimento di Stato è negare a Nasrallah e alle AMB l’accesso alle risorse necessarie per pianificare e attuare attacchi terroristici. Non a caso, una delle conseguenze è proprio la loro estromissione dal sistema finanziario statunitense. Come se non bastasse, il Dipartimento ha anche annunciato che offrirà fino 5 milioni di dollari per eventuali informazioni conducenti alle sedi del leader di Hamas, Salih al-Aruri, o a quelle di capi Hezbollah, come Khalil Yusif Mahmoud Harb e Haytham Ali Tabatabaei, secondo il Rewards for Justice Programme dell’agenzia.

Su una linea analoga, martedì 13 novembre, il primo ministro libanese, Saad al-Hariri, ha accusato il gruppo Hezbollah di essere un “grosso ostacolo” alla formazione di un nuovo governo. Non a caso il gruppo musulmano sciita, pesantemente armato, ha chiesto a uno dei 6 legislatori sunniti musulmani alleati di ottenere una posizione all’interno dell’amministrazione. Nonostante ciò, Hariri ha rifiutato di rinunciare a uno dei posti assegnati al suo partito prevalentemente sunnita.

Hezbollah, in arabo “Partito di Dio”, è un’organizzazione paramilitare sciita libanese nata nel 1982 che si è trasformata, nel tempo, in un partito politico locale. Attualmente, tale gruppo è la forza maggiore presente in Libano e, secondo alcune fonti, dovrebbe essere in possesso di un arsenale più grande di quello dell’esercito libanese. Alcuni Paesi considerano un gruppo terroristico soltanto l’ala militare di Hezbollah, facendo una distinzione con il partito politico. Tale distinzione è stata effettuata finora dalla Gran Bretagna che, dal 2008, ha bandito soltanto l’ala militare di Hezbollah. Gli Stati Uniti, al contrario, non effettuano una simile separazione. Da parte sua, l’Unione Europea ha bandito l’ala politica di Hezbollah nel 2012, in seguito ad un attacco contro i membri di un’organizzazione israeliana in Bulgaria, in cui morirono 5 israeliani e un bulgaro musulmano.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Alice Bellante

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.