USA e Giappone valutano un accordo commerciale bilaterale

Pubblicato il 13 novembre 2018 alle 10:46 in Giappone USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli Stati Uniti stanno esercitando pressioni sul Giappone affinchè riduca il surplus commerciale che vanta nei confronti di Washington e accetti di concludere un accordo commerciale bilaterale che abbatta le barriere in cui beni e servizi americani sovente si imbattono al loro ingresso nel Paese asiatico. Lo ha dichiarato ai giornalisti, il 13 novembre, il vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, dopo i colloqui con il primo ministro giapponese, Shinzo Abe.

“Gli Stati Uniti hanno avuto uno squilibrio commerciale con il Giappone per troppo tempo. I prodotti e i servizi americani troppo spesso incontrano ostacoli per competere equamente sui mercati giapponesi”, ha affermato Pence, nel corso di un’apparizione mediatica con Abe. “La migliore opportunità per un commercio libero, equo e reciproco si avrà con un accordo commerciale bilaterale”, ha concluso il vicepresidente americano.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha accusato spesso il Giappone di slealtà nella sua relazione commerciale con gli Stati Uniti. In particolare, secondo il leader della Casa Bianca, Tokyo esporterebbe milioni di automobili in Nord America, bloccando invece le importazioni dello stesso bene nonché di diversi prodotti agricoli statunitensi.

Il Giappone, da parte sua, respinge tali accuse, sostenendo che i suoi mercati sono aperti per l’ingresso di beni manufatti e che alcune restrizioni esistono limitatamente ad alcuni prodotti agricoli che, in quanto politicamente sensibili, richiedono un particolare regime di protezione.

A settembre, Trump e Abe hanno accettato di avviare trattative commerciali in un accordo volto a proteggere, almeno temporaneamente, i produttori di automobili giapponesi da ulteriori tariffe sulle esportazioni. Tale settore è particolarmente rilevante per l’export giapponese, come dimostra il fatto che circa i due terzi del surplus commerciale che il Paese asiatico ha nei confronti degli Stati Uniti e che ammonta attualmente a circa 69 miliardi di dollari, è costituito dalle esportazioni di automobili.

Gli Stati Uniti e il Giappone sono rispettivamente la prima e la terza potenza economica, a livello mondiale. Il Rappresentante commerciale degli Stati Uniti, Robert Lighthizer, ha dichiarato di puntare ad un accordo commerciale completo ma Tokyo ha specificato che un eventuale accordo commerciale sui beni non sarà in ogni caso un ampio accordo di libero scambio.

“Abbiamo ribadito che intendiamo espandere ulteriormente il commercio bilaterale e gli investimenti in modo reciprocamente vantaggioso in conformità con la dichiarazione congiunta del Giappone e degli Stati Uniti di settembre e per realizzare lo sviluppo economico della regione indo-pacifica che è libera, aperta e basata su regole eque”, ha dichiarato Abe.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Roberta Costanzo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.