Russia: nuove sanzioni USA per Crimea e Donbass

Pubblicato il 9 novembre 2018 alle 6:00 in Russia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni contro 3 persone fisiche e 9 organizzazioni a causa della riunificazione della Crimea e la situazione nel Donbass. È quanto emerge da un rapporto pubblicato nella giornata di ieri, giovedì 8novembre, dal Dipartimento del Tesoro statunitense.

Secondo quanto dichiarato dall’inviato speciale del Dipartimento di Stato americano per l’Ucraina, Kurt Volker, le sanzioni sarebbero state emanate “per i tentativi della Russia di integrare la Crimea attraverso progetti privati e d’investimento, nonché per le gravi violazioni dei diritti umani riscontrate”.

“Oggi il Dipartimento dei Beni Stranieri del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha introdotto ulteriori sanzioni contro tre individui e nove organizzazioni in risposta a continue azioni dannose e comportamenti destabilizzanti della Russia”, si legge nel documento.

L’elenco comprende Alexander Basov, vice ministro della sicurezza dello Stato della Repubblica popolare di Lugansk e il ministero stesso, Vladimir Zaritsky, ex comandante dell’esercito russo, e Andrej Sushko, un ufficiale del Servizio di sicurezza federale della Russia.

“Qualsiasi proprietà o bene appartenente a queste persone nella giurisdizione statunitense sono bloccati, mentre ai cittadini statunitensi è proibito condurre transazioni finanziarie che coinvolgono tali individui”, afferma la dichiarazione.

“È interessante notare che si tratta delle prime sanzioni che si basano esclusivamente sul fatto che la Russia controlli di fatto il Donbass nell’Ucraina orientale”, ha dichiarato Volker.

In precedenza, il diplomatico statunitense aveva più volte affermato che l’amministrazione Trump avrebbe introdotto ulteriori sanzioni contro la Russia per la situazione in Ucraina con cadenza mensile o bimestrale. Secondo Volker, l’obiettivo sarebbe quello di costringere la Federazione ad avviare negoziati per risolvere la crisi.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.