Depositi di armi, polemica Russia-Ucraina

Pubblicato il 29 ottobre 2018 alle 21:00 in Russia Ucraina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il vice presidente del comitato della Duma per la difesa, Alexander Sherin, ha commentato le affermazioni del consigliere del Ministero degli Interni dell’Ucraina, la deputata del Parlamento Tatyana Chernovol, riguardo la distruzione dei depositi di armi russe.

In precedenza, la deputata ucraina aveva invitato, in diretta TV su uno dei principali canali ucraini, a far esplodere i depositi della Russia come rappresaglia al “sabotaggio dei soldati ucraini”.

Nei mesi scorsi in Ucraina sono andati a fuoco alcuni depositi di munizioni. L’ultimo incidente è avvenuto nel mese di ottobre in un magazzino militare nella regione di Chernihiv.

“Penso che l’Ufficio del procuratore generale della Russia dovrebbe prendere in considerazione l’ipotesi di avviare un procedimento penale per tali dichiarazioni. È inaccettabile”, ha affermato Sherin.

Sergei Tsekov, membro del comitato per gli affari internazionali del Consiglio della Federazione, ha inoltre dichiarato che la richiesta di Chernovol di far saltare in aria i magazzini militari russi è estremamente allarmante ed estremista e che non solo la Russia, ma anche l’intera comunità internazionale dovrebbe rispondere a tali dichiarazioni da parte di funzionari ucraini.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.