Corea del Nord: USA e Corea del Sud ribadiscono impegno per denuclearizzazione

Pubblicato il 29 ottobre 2018 alle 18:51 in Corea del Sud USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il rappresentante speciale statunitense per la Corea del Nord, Stephen Biegun, ha incontrato la controparte sudcoreana, Lee Do-hoon, a Seoul, con cui ha discusso la possibilità di collaborazione tra Washington e Pyongyang.

Biegun si è detto certo che i due Paesi possano collaborare per raggiungere lo scopo della denuclearizzazione della penisola nordcoreana. “Abbiamo obiettivi condivisi, ovvero porre fine a 70 anni di guerra e ostilità nella penisola coreana”, ha affermato il rappresentante speciale americano, aggiungendo che la prima richiesta di Washington per raggiungere tale scopo è che il nucleare venga eliminato dalla Corea del Nord.  

Nelel ultime settimane, l’amministrazione sudcoreana ha aumentato gli sforzi per rafforzare le relazioni con Pyongyang, alimentando tuttavia alcuni dubbi degli Stati Uniti, i quali temono che la Corea del Nord non interrompa definitivamente i propri programmi missilistico e nucleare. Il 22 ottobre, le due Coree e il commando dell’Onu hanno concordato di ritirare le armi e i posti di guardia nei pressi del villaggio di Panmunjom, nella zona demilitarizzata. Nello specifico, verranno ritirati 11 posti di guardia nel raggio di 1 km dalla linea di demarcazione militare tra i confini, entro la fine del 2018. È previsto altresì che i due Stati ritirino le armi da fuoco dalla Joint Security Area (JSA), riducano il personale posizionato a Panmunjom a 35 e aumentino la condivisione delle informazioni e dell’equipaggiamento di sorveglianza. 

Lee ha riferito che Washington e Seoul stanno collaborando per assicurare di rapportarsi con Pyongyang come un fronte unito, e non separatamente. “Dal momento che il processo di denuclearizzazione è a un momento critico, dobbiamo incontrarci spesso per assicurarci che le cose procedano in maniera regolare e positiva”, ha spiegato il rappresentante speciale sudcoreano.

Il leader nordcoreano, Kim Jong Un, ha promesso impegnarsi a completare la denuclearizzazione della penisola coreana durante lo storico meeting con il presidente Donald Trump, avvenuto ilo 12 giugno a Singapore. Tuttavia, le azioni nordcoreane successive a tale incontro non hanno soddisfatto le richieste degli Stati Uniti, i quali avevano avanzato diverse richieste per accertarsi che il materiale nucleare venisse eliminato. In cambio di tali richieste, gli USA hanno sospeso le esercitazioni militari congiunte con la Corea del Sud, rifiutandosi tuttavia di eliminare le sanzioni economiche, che verranno ritirate soltanto dopo la denuclearizzazione. Il Segretario di Stato americano Mike Pompeo, in visita in Corea del Nord all’inizio di ottobre, ha dichiarato che si sta coordinando con gli alleati per organizzare un secondo summit tra Trump e Kim.

L’avvicinamento Pyongyang e Seoul si è verificato in seguito alle dichiarazioni rilasciate in occasione del nuovo anno del leader nordcoreano, Kim Jong-un, il quale aveva affermato che il suo Paese era aperto al dialogo con Seoul. Il 9 gennaio, a Punmunjeom, le delegazioni delle due Coree hanno concordato di inviare una delegazione di atleti del regime di Pyongyang a partecipare ai Giochi Olimpici invernali. Si è trattato del primo incontro tra i due Paesi dal 2015. Occorre ricordare che la tensione tra Seoul, Washington e Pyongyang ha raggiunto il picco massimo tra il luglio e il dicembre 2017, in seguito a numerosi test di missili balistici intercontinentali e al test nucleare condotti dalla Corea del Nord e a diverse esercitazioni militari congiunte tra Stati Uniti e Corea del Sud. In occasione dei Giochi Olimpici, Washington e Seoul avevano concordato di sospendere qualsiasi dimostrazione militare per favorire il pacifico svolgimento dell’evento sportivo. 

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.