Cina e Filippine: verso la cooperazione nel Mar Cinese Meridionale

Pubblicato il 21 ottobre 2018 alle 12:11 in Asia Cina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Cina e le Filippine hanno deciso di rafforzare la cooperazione bilaterale sotto l’egida del meccanismo di sviluppo pacifico già creato nel 2017. La cooperazione riguarderà la difesa, le risorse naturali, la tutela ambientale, l’ittica, i trasporti, l’energia e la guardia costiera.

Il vice ministro degli esteri cinese, Kong Xuanyou e il sottosegretario per gli affari esteri delle Filippine, Enrique Manalo, si sono incontrati per la riunione del Meccanismo di Consultazione Bilaterale sul Mar Cinese Meridionale il 18 ottobre scorso in un meeting che ha avuto come tema cardine la cooperazione tra i due Paesi su più ampia scala e in tutti i settori di mutuo interesse.

Il meccanismo di consultazione era stato creato nel 2017, segnale concreto di un ravvicinamento tra Manila e Pechino e della volontà dei due Paesi di risolvere le problematiche principali connesse alle questioni marittime attraverso i negoziati e le consultazioni bilaterali e di non ricorrere al confronto. L’idea dei leader di Cina e Filippine è quella che una cooperazione multisettoriale e ad ampio spettro tra i due Paesi possa coadiuvare la risoluzione pacifica delle controversie marittime ancora aperte.

Le controversie marittime riguardano le rivendicazioni contrastanti di Manila e Pechino sul Mar Cinese Meridionale e hanno a lungo rappresentato la maggiore problematica nelle relazioni bilaterali. La tensione aveva raggiunto il suo picco massimo nel 2015 quando le Filippine si erano appellate alla Corte Internazionale dell’Aia per un arbitraggio contro la Cina per la sua presenza militare nelle acque contese del Mar Cinese Meridionale. L’arbitraggio aveva poi dato ragione a Manila non riconoscendo la validità della “linea a nove punti” che secondo Pechino demarcherebbe la sua sovranità nel Mare.

Dall’entrata in carica come presidente delle Filippine di Rodrigo Duterte, nel 2016, la tensione è diminuita e la distanza che si era creata da Pechino e Manila si è accorciata, destando persino la preoccupazione dell’alleato storico delle Filippine, gli Stati Uniti. Duterte ha portato avanti una linea favorevole alla cooperazione economica, nella difesa e nei media con la Cina, convinto di poter, in questo modo, ridurre la dipendenza del suo Paese dal supporto americano. Su questa linea, Duterte ha dichiarato che le Filippine non parteciperanno alle esercitazioni militari congiunte che gli Stati Uniti stanno organizzando nel Mar Cinese Meridionale, nonostante l’opposizione della Cina.

Sotto l’egida del meccanismo di consultazione, Cina e Filippine stanno tentando di minimizzare le loro dispute marittime attuali e di individuare una road map congiunta per la cooperazione e l’esplorazione congiunta del Mar Cinese Meridionale. Su quest’ultimo punto, i due Paesi stanno redigendo un framework per le attività di esplorazione marittima che, se dovesse essere approvato, potrebbe divenire un passo preliminare verso un accordo per risolvere le dispute attuali.
Le operazioni di esplorazione congiunta portano con sé molte problematiche legali, nonché dovrebbero far fronte alle complesse dinamiche geopolitiche regionali. Nonostante ciò, secondo i media ufficiali cinesi, vista la delicatezza delle dispute sul Mar Cinese Meridionale, la scelta migliore dovrebbe essere quella di mettere da parte le singole dispute per la sovranità e concentrarsi sui possibili sviluppi congiunti ed evitare i confronti.
Il meccanismo di consultazione congiunta tra la Cina e le Filippine potrebbe andare in questa direzione e se si rivelerà efficace, potrebbe divenire un modello per la cooperazione regionale nell’affrontare le dispute di sovranità tra Paesi diversi basato su regole e principi condivisi che permettano di creare le condizioni per una pace sostenibile ed evitare l’interferenza esterna negli affari regionali.
Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e cinesi e redazione a cura di Ilaria Tipà

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.