USA: 5 milioni per il leader di al-Qaeda, Khalid Batarfi

Pubblicato il 19 ottobre 2018 alle 16:37 in Medio Oriente USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli Stati Uniti, giovedì 18 ottobre, hanno offerto una ricompensa di 5 milioni di dollari per trovare il leader di al-Qaeda, Khalid Batarfi, il quale è responsabile per aver sollecitato attacchi a livello globale contro ebrei e americani, dopo che Washington ha riconosciuto Gerusalemme come capitale israeliana.

Batarfi, nato in Arabia Saudita, è un veterano tra i combattenti jihadisti che hanno sostenuto i talebani in Afghanistan ed è diventato un leader di alto livello di al-Qaeda nella penisola arabica, considerato dagli Stati Uniti la branca più mortale della rete globale.

In un video pubblicato a gennaio, Batarfi ha definito la dichiarazione del presidente statunitense, Donald Trump, su Gerusalemme “una dichiarazione di una nuova guerra in sostegno dei crociati ebraici” e ha invitato i musulmani ad “attivarsi e attaccare gli ebrei e gli americani ovunque”.

Proprio alla luce di ciò, il Dipartimento di Stato americano ha offerto 5 milioni di dollari a chiunque possa guidare le autorità verso Batarfi o contribuire al suo arresto. Sulla stessa line, gli Stati Uniti hanno in oltre aumentato la ricompensa per Qasim al-Rimi, considerato l’emiro di al-Qaeda nella penisola arabica, da 5 milioni dollari a 10.

Al-Rimi è già soggetto alle sanzioni statunitensi e delle Nazioni Unite, dopo essere stato collegato a un attacco mortale del 2008 fuori dall’ambasciata americana nello Yemen e per il suo presunto sostegno a Umar Farouk Abdulmutallab, il cosiddetto bomber di biancheria intima che ha tentato senza successo di far esplodere un volo diretto negli USA, il giorno di Natale nel 2009.

Formata dalla fusione avvenuta nel 2009 tra le operazioni di al-Qaeda in Arabia Saudita e in Yemen, al Qaeda nella penisola arabica ha ricavato molto del proprio territorio dallo Yemen, attualmente dilaniato dalla guerra civile, nonostante i frequenti attacchi di droni statunitensi.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Alice Bellante

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.