Corea del Sud: stop al petrolio iraniano in vista delle sanzioni statunitensi

Pubblicato il 15 ottobre 2018 alle 9:18 in Corea del Sud Iran

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Per la prima volta in 6 anni, la Corea del Sud non ha importato petrolio dall’Iran nel mese di settembre. Tale decisione è volta a preventivare l’entrata in vigore delle sanzioni statunitensi previste per novembre.

L’ultima volta che la Corea del Sud non ha importato petrolio dall’Iran era settembre 2012, secondo i dati doganali. Gli acquirenti del Paese asiatico, i quali si qualificano tra i maggiori compratori di petrolio iraniano, hanno sospeso le importazioni di greggio da luglio dell’anno corrente.

Prima di ciò, il governo della Corea del Sud è stato in trattative con gli Stati Uniti per ottenere esenzioni sulle importazioni di greggio dell’Iran. Non a caso, durante i precedenti cicli di sanzioni, dal 2012 al 2015, il Paese asiatico poteva acquistare petrolio iraniano limitando il volume delle importazioni. Tuttavia, dal momento che Seul non era certa di ottenere lo stesso trattamento anche nel 2018, ha deciso di sospendere tutte le importazioni in blocco.  A dispetto di ciò, all’inizio di ottobre, un funzionario del governo americano ha dichiarato che il governo degli Stati Uniti stava prendendo in considerazione la possibilità di derogare le sanzioni per i Paesi che disposti a ridurre il volume delle importazioni di petrolio iraniano.

Nel complesso, le esportazioni di greggio iraniano sono diminuite significativamente ultimamente. Nei primi 9 mesi dell’anno, le esportazioni iraniane nella Corea del Sud sono crollate del 49,1% a 7,15 milioni di tonnellate, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In totale, il quinto acquirente di greggio al mondo ha importato 10,83 milioni di tonnellate di petrolio grezzo a settembre, perdendo l’11,8% rispetto ai 12,28 milioni di tonnellate dell’anno precedente.

Anche le importazioni dall’Arabia Saudita, il principale fornitore di greggio della Corea del Sud, sono state ridotte a 3,41 milioni di tonnellate nel mese di settembre, registrando un calo del 6,9% rispetto ai 3,67 milioni di tonnellate di un anno prima. Allo stesso tempo, tuttavia, le importazioni sudcoreane di greggio statunitense sono aumentate di 5 volte, raggiungendo le 668.704 tonnellate nel mese di settembre, rispetto alle 131.125 tonnellate dello scorso anno.

Nel periodo gennaio-settembre del 2018, 110.45 milioni di tonnellate di petrolio grezzo sono state importate nella Corea del Sud, un dato che resta quasi invariato rispetto a 110.44 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Alice Bellante

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.