NATO-Russia: incontri ravvicinati sui cieli della Lituania

Pubblicato il 2 ottobre 2018 alle 19:21 in NATO Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I caccia dell’aviazione NATO di stanza in Lituania, nel corso di una missione di “polizia dei cieli” sui Paesi Baltici, sono decollati per tre volte nell’ultima settimana per intercettare aerei russi e scortarli nel transito sul mar Baltico – secondo quanto ha riferito lunedì 1 ottobre il servizio stampa del Ministero della difesa della Lituania.

“Dal 24 al 30 settembre, i caccia dell’aeronautica della NATO, nel corso di una missione di polizia dei cieli nei Paesi Baltici, sono decollati tre volte nello spazio aereo internazionale sul Mar Baltico per scortare gli aerei russi” – ha comunicato la difesa di Vilnius, sottolineando come il paese abbia ragione a denunciare costantemente la “minaccia russa” che incombe sulle Repubbliche Baltiche. Dall’inizio di settembre, la missione di polizia aerea della NATO nei paesi baltici viene effettuata da caccia F-16 Fighting Falcon dell’Aeronautica Militare Belga stanziata in Lituania.

Il Ministero della Difesa russo ha sottolineato, come ribadito più volte negli ultimi mesi, che tutti i voli dell’aeronautica militare e civile russa vengono effettuati in stretta conformità con le normative internazionali in materia di uso dello spazio aereo sopra acque internazionali, senza violare i confini di altri Stati.

Le Repubbliche Baltiche non dispongono di velivoli militari adatti ai pattugliamenti aerei, pertanto da aprile 2004, dopo la loro entrata nella NATO, la protezione dello spazio aereo di Estonia, Lettonia e Lituania è affidata a rotazione alle forze armate dei paesi della NATO di stanza nell’aeroporto di Zokniai, una ex base militare sovietica a sud-est della città lituana di Siauliai. La missione di pattugliamento aereo NATO in Estonia, Lettonia e Lituania è stata prorogata per un periodo indefinito nel 2012, in occasione del vertice NATO di Chicago. 

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.