Siria: operazione contro cellula dormiente dell’ISIS, 2 morti

Pubblicato il 30 settembre 2018 alle 15:28 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le forze di sicurezza della città siriana di Raqqa hanno comunicato, domenica 30 settembre, di aver scoperto dell’esistenza di una cellula dormiente dell’ISIS che stava progettando una serie di attacchi terroristici.

Le forze armate hanno fatto incursione in 2 appartamenti residenziali dove i membri della cellula terroristica si stavano nascondendo, confiscando loro granate, pistole ed esplosivi. È stata altresì rinvenuta un’autobomba ed è stata dissotterrata una cassa contente armi e mine.

Mohannad Ibrahim, il portavoce delle Forze di Sicurezza Interne di Raqqa, fondate dalle Syrian Democratic Forces (SDF), ha dichiarato che 2 membri della cellula dell’ISIS sono stati uccisi, mentre altri 5 sono stati detenuti durante un’operazione avvenuta sabato 29 settembre. “Le forze speciali ed alcuni esperti di esplosivi hanno portato avanti una contro offensiva per fronteggiare i piani dei terroristi, che si erano affiliati con alcuni mercenari” ha spiegato il portavoce durante una conferenza stampa.

Raqqa è stata la capitale de facto del sedicente califfato dello Stato Islamico, fino a quando l’alleanza delle Syrian Democratic Forces a guida curda non l’ha riconquistata, il 17 ottobre 2017. Le Syrian Democratic Forces sono un’alleanza multi-etnica e multi-religiosa, composta da curdi, arabi, turkmeni, armeni e ceceni. Fin dalla loro formazione, il 10 ottobre 2015, le SDF hanno svolto un ruolo di primo piano nella lotta contro lo Stato Islamico in Siria, contribuendo alla progressiva liberazione delle roccaforti occupate dai jihadisti.L’offensiva per riprendere il controllo di Raqqa era iniziata il 6 giugno 2017 e ha visto coinvolte le SDF, che hanno combattuto via terra, e le forze della coalizione internazionale, a guida americana, le quali sono intervenute con attacchi aerei. Di recente, durante il suo discorso all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il vice premier siriano, Walid al-Moallem, ha criticato le attività della coalizione nella battaglia contro l’ISIS, per aver fatto “di tutto, tranne combattere il terrorismo” e per aver distrutto Raqqa.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Chiara Romano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.