Marocco: autorità indagano su legami tra traffici di droga e traffici migratori

Pubblicato il 27 settembre 2018 alle 14:24 in Immigrazione Marocco

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le autorità marocchine stanno indagando sul fenomeno dei trafficanti che utilizzano imbarcazioni particolarmente veloci per portare i migranti in Europa attraverso il Mediterraneo. Il 25 settembre, la Marina marocchina ha aperto il fuoco contro una barca carica di stranieri diretta verso la Spagna, uccidendo una donna e ferendo altre 3 persone, al largo delle città M’diq e Fnideq. Le autorità di Rabat hanno arrestato il guidatore, che è un cittadino spagnolo.

Il capo della sorveglianza alla frontiera per l’immigrazione del Ministero dell’Interno, Khalid Zerouali, ha spiegato che sono in corso indagini per comprendere un nuovo fenomeno emergente. Secondo quanto riportato dalle autorità, gli scafisti hanno iniziato ad utilizzare imbarcazioni con motori molto potenti che, finora, venivano usate soltanto dai trafficanti di droga, per portarla in Europa. Zerouali ha riferito, inoltre, che alcuni video diffusi sui social media mostrano gli scafisti che offrono passaggi gratis ad alcuni migranti. Dall’inizio del 2018, ha riferito Zerouali, le autorità marocchine hanno smantellato 80 reti di trafficanti, di cui 23 nel solo mese di agosto.

Il Marocco, che costituisce una rotta chiave per i migranti dell’Africa sub-sahariana che vogliono raggiungere la Spagna e l’Europa, ha reso noto che, dall’inizio del 2018, ha intercettato e fermato circa 54.000 persone che tentavano di imbarcarsi illegalmente per attraversare il Mediterraneo. La Spagna, invece, dall’inizio dell’anno, ha registrato oltre 38.000 arrivi via terra e via mare, secondo le stime dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (IOM), rendendo la rotta del Mediterraneo occidentale la più attraversata. L’organizzazione riferisce altresì che, nei primi cinque mesi del 2018, un totale di 8.150 persone sono state salvate in acque spagnole dopo essere salpate dalle coste africane, con una media di 54 soccorsi al giorno.

Consulta l’archivio sull’immigrazione di Sicurezza Internazionale, dove troverai centinaia di articoli in ordine cronologico.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.