Viminale: 40 migranti della Diciotti hanno lasciato Rocca di Papa

Pubblicato il 6 settembre 2018 alle 10:46 in Immigrazione Italia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Viminale ha reso noto che 40 dei 100 migranti sbarcati dalla Diciotti e trasferiti a Rocca di Papa hanno lasciato il centro di accoglienza e, al momento, risultano irreperibili. In una nota rilasciata il 5 settembre, i sottosegretari del Ministero dell’Interno, Stefano Candiani e Nicola Molteni, hanno chiarito che tali individui, per legge, hanno libertà di movimento e, pertanto, non sono sottoposte alla sorveglianza dello Stato. “Erano così disperati che hanno preferito rinunciare a vitto e alloggio garantiti per andare chissà dove. È l’ennesima prova che chi sbarca in Italia non sempre scappa dalla fame e dalla guerra, nonostante le bugie della sinistra e di chi usa immagini di migranti per fare business”, conclude il comunicato del Viminale.  

Secondo quanto riportato da Ansamed, 6 migranti si sono allontanati il primo giorno del trasferimento, avvenuto il 31 agosto. Altri 2, di cittadinanza eritrea, sono andati via il 2 settembre, mentre 19 si sono allontanati il giorno successivo. Infine, i restanti 13 sono andati via nella giornata di mercoledì 5 settembre.

La nave Diciotti aveva tratto in salvo più di 150 i migranti nella notte tra il 15 e il 16 agosto, in acque maltesi. Gli stranieri, per la maggior parte di nazionalità eritrea, si trovavano su un barcone con il motore in avaria e infiltrazioni d’acqua. Inizialmente, a bordo c’erano 190 rifugiati, ma alcuni di loro sono stati evacuati per soccorso medico. La Valletta ha rifiutato di accogliere la Diciotti nel proprio porto, asserendo che il barcone sul quale viaggiavano i migranti non si trovava in pericolo e i rifugiati erano stati salvati più vicino all’isola di Lampedusa rispetto a Malta. Dopo 5 giorni durante i quali la Diciotti era rimasta al largo, in attesa dell’assegnazione di un porto sicuro dove sbarcare, il 20 agosto la nave è arrivata a Catania dove, tre giorni dopo, è stato acconsentito lo sbarco dei 27 minori a bordo. Infine, la notte tra sabato 25 e domenica 26 agosto, il resto dei migranti è stato fatto sbarcare, venendo condotto nel centro di accoglienza di Messina, prima di essere smistati tra varie diocesi italiane, in Irlanda e in Albania, le quali si sono offerte di sostenere l’Italia. Il 28 agosto, 100 migranti sono stati condotti a Rocca di Papa, nel Lazio, da dove verranno poi smistati in diverse diocesi italiane. Altri 39 migranti rimasti a Messina sono in attesa del trasferimento in Albania e in Irlanda, i due Paesi che hanno dato la disponibilità ad accoglierli per sostenere l’Italia.

Consulta l’archivio sull’immigrazione di Sicurezza Internazionale, dove troverai centinaia di articoli in ordine cronologico.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.