Il 41% degli spagnoli crede ci siano troppi immigrati

Pubblicato il 5 settembre 2018 alle 21:19 in Europa Spagna

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Circa il 41% degli spagnoli ritiene che attualmente ci siano “troppi immigrati” in Spagna, secondo un recente sondaggio di SocioMétrica per il quotidiano El Español.

In particolare, il 41,2% crede che ci siano “troppi immigrati”, rispetto al 27,9% che sostiene il numero sia “adeguato” e all’8,6% che pensa che siano addirittura “pochi”. Il 30,9%, tuttavia, preferisce non esprimere la propria opinione in materia.

Inoltre, il 54,6% degli intervistati ritiene che la politica di immigrazione e asilo del governo di Pedro Sánchez rischia di causare un “effetto richiamo”, rispetto al 28,5% che pensa il contrario e al 16,9% che non ha un’opinione al riguardo.

Infine, il 43,5% ha risposto che le autorità spagnole dovrebbero restituire gli immigrati ai loro paesi di origine, mentre il 31,4% ha dichiarato di preferire una distribuzione equa tra le comunità autonome e il 25,1% ha optato per altre opzioni.

Tra i detrattori delle politiche di immigrazione e asilo del governo Sánchez, come è facile immaginare, si trovano i sostenitori del conservatore Partido Popular (PP) e di Ciudadanos (C’s), mentre tra i suoi sostenitori troviamo l’elettorato del Partido Socialista  (PSOE) e i sostenitori della coalizione progressista Unidos Podemos.

Il sondaggio è stato condotto su un campione di mille persone di età superiore ai 17 anni tra il 22 e il 30 agosto per indagine telefonica e online. Secondo quanto riportato da SocioMétrica, il margine di errore è del 3%.

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.