Putin non vuole distruggere l’Unione Europea: il Cremlino contro Macron

Pubblicato il 4 settembre 2018 alle 19:38 in Francia Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Mosca vuole vedere una Unione Europea prospera, prevedibile e stabile. È quanto ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitryj Peskov, commentando l’affermazione del presidente francese Emmanuel Macron riguardo ad un presunto interesse della Russia nella dissoluzione dell’Unione Europea.

“Dato che la UE è il principale partner commerciale della Russia in termini di volume, ma subito dopo la Cina in termini assoluti, a noi interessa che l’Unione Europea sia in costante sviluppo, sia prospera, stabile e prevedibile” – ha affermato Peskov, calcando l’accento sull’aggettivo prevedibile per sottolineare le continue fibrillazioni che vive l’Unione dall’inizio della crisi del debito greco e dunque da ormai quasi un decennio.

Il portavoce di Vladimir Putin ha aggiunto che questa posizione è stata espressa in ripetute occasioni dalle autorità russe, sottolineando come lo stato attuale delle relazioni tra la Russia e Unione Europea non dipenda da Mosca, ma dall’irrigidimento di Bruxelles in seguito alla crisi Ucraina e al varo delle sanzioni anti-russe. 

“Per quanto riguarda i rapporti tra il presidente Putin e l’Unione Europea, notiamo con rammarico che non è per colpa della Russia che questi rapporti sono in stato di congelamento. A nostro avviso, questo non corrisponde agli interessi dei paesi membri dell’Unione Europea né a quelli della Federazione Russa” – ha spiegato Peskov, che ha inoltre ricordato che Vladimir Putin ha ripetutamente espresso il suo interesse a migliorare le relazioni con i partner europei. In un certo numero di settori, commenta il Cremlino, l’interazione tra Mosca e i paesi UE procede in “modo costruttivo”.

In precedenza, in occasione di un’intervista alla TV svedese SVT, il presidente francese Emmanuel Macron aveva dichiarato di avere grande rispetto nei confronti del presidente russo, sebbene “il sogno di Putin sia quello di demolire l’Unione Europea“. Macron aveva specificato inoltre di essere tra i fautori di un nuovo approccio nei confronti di Mosca, per costruire una “nuova architettura globale di sicurezza e di difesa con la Russia”.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e dal francese e reazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.