Immigrati venezuelani: tensioni ONU-Perù

Pubblicato il 27 agosto 2018 alle 5:55 in Immigrazione Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) ha avvertito del rischio di una crisi migratoria in America Latina a causa del gran numero di venezuelani che stanno abbandonando il paese a causa della crisi economica e del deficit di beni di consumo che sta vivendo Caracas.

L’agenzia delle Nazioni Unite ha lanciato l’allarme dopo che il Perù ha deciso di intensificare i controlli alla frontiera per censire i migranti venezuelani a partire da domenica 26 agosto. I migranti, ad eccezione di donne incinte e anziani, potranno entrare in Perù solo con un passaporto. La carta d’identità, secondo le autorità di Lima, non fornisce abbastanza elementi sulla persona. La OIM ha espressamente dichiarato che la decisione di Lima di “chiudere le porte ai migranti” potrebbe causare una crisi migratoria nella regione, in particolare in Ecuador e nel nord del Brasile, dove la scorsa settimana si sono registrati incidenti, quando alcuni brasiliani hanno attaccato un centro di accoglienza nello stato di Roraima.

La dichiarazione ha causato la reazione irritata del governo di Lima. Il primo ministro César Villanueva ha affermato che “chiedere il passaporto non significa chiudere le porte ai migranti”. La scorsa settimana l’Ecuador aveva approvato una misura simile, ma lo stesso giorno la Corte suprema del paese andino aveva dichiarato illegittima la decisione.

Secondo le cifre, negli ultimi mesi ogni giorno entrano in Perù 3000 venezuelani, la maggior parte dei quali attraverso la frontiera con l’Ecuador. Di questi la maggioranza rimane nel paese, mentre altri proseguono verso il Cile e l’Argentina. 

Tra le misure decise da Lima, che sono regolarmente entrate in vigore da domenica e stanno “funzionando senza problemi” secondo quanto dichiarato dal governo peruviano, la vaccinazione obbligatoria dei migranti, in particolare bambini e anziani, contro l’influenza. Il ministero della salute peruviano ha creato un apposito centro alla frontiera con l’Ecuador dove somministrare, gratuitamente, il vaccino.

Dal 2014 ad oggi oltre 2 milioni di venezuelani hanno lasciato il paese, la maggior parte dei quali (circa 800.000) diretta in Colombia. Il Perù ospita, secondo le ultime statistiche, 400.000 immigrati venezuelani. 

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione da inglese e spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.