Russia-Bolivia: Morales invita Putin

Pubblicato il 19 agosto 2018 alle 6:00 in Bolivia Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente boliviano Evo Morales ha invitato il suo omologo Vladimir Putin a visitare La Paz nel mese di novembre per presenziare alla firma di quello che sarà il più grande contratto del colosso russo Gazprom nel paese sudamericano.

“A novembre di quest’anno, e speriamo che il presidente Putin possa presenziare a questo momento storico, firmeremo un accordo con il colosso russo Gazprom  del valore di 1.224 milioni di dollari nel dipartimento di Chuquisaca”, ha dichiarato il presidente della Bolivia .

Morales ha espresso il suo invito in un discorso in occasione di un evento nella città meridionale di Sucre, capitale di Chuquisaca, trasmesso dalla televisione di Stato.

Si tratta della prima volta che il governo boliviano fissa una data per la firma del contratto con Gazprom per l’esplorazione e lo sfruttamento del giacimento di gas a Vitiacua, nella regione sud-orientale del Chaco, più volte annunciato nel corso dell’ultimo anno e confermato a metà giugno durante la visita ufficiale di Morales a Mosca.

Un team tecnico della Gazprom e la compagnia petrolifera statale boliviana YPFB si sono riuniti nella seconda metà di luglio nella città orientale di Santa Cruz per definire i dettagli del contratto sul nuovo giacimento di gas, nel quale il colosso russo ha identificato un potenziale di produzione fino a 12 milioni di metri cubi al giorno, pari a un quinto dell’attuale produzione boliviana.

La Bolivia attualmente produce circa 60 milioni di metri cubi al giorno, dei quali tre quarti vengono esportati nei mercati di Argentina e Brasile.

Durante l’incontro, in cui YPFB ha anche firmato con YPF Argentina un contratto di studio sul potenziale del giacimento di Saucemayo, anch’esso nella regione del Chaco, il ministro degli Idrocarburi, Luis Sánchez, ha affermato che il contratto con Gazprom rappresenta uno dei pilastri di un aggressivo programma di esplorazione a Chuquisaca, uno dei dipartimenti più poveri del paese.

Il ministro ha citato in questo contesto anche i recenti contratti con la società canadese Cancambria e con Vintage, una filiale della statunitense Occidental, e ha annunciato che tre contratti simili saranno firmati entro la fine di agosto, anche se nessuno sarà così avanzato nelle proiezioni tecniche e negli investimenti come quello con Gazprom.

“Spero che l’Assemblea Plurinazionale approvi il contratto di YPFB-Gazprom entro il mese di ottobre”, aveva affermato in precedenza il ministro Sánchez.

Secondo il modello di partnership attualmente in vigore in Bolivia dalla nazionalizzazione del petrolio decretata da Morales nel 2006, se l’investimento iniziale di Gazprom conferma il potenziale di Vitiacua, YPFB e la società russa formeranno una partnership con maggioranza boliviana.

Vitiacua sarà il primo progetto di gas in Bolivia gestito direttamente da Gazprom, società operante nel paese sudamericano da oltre un decennio, ma finora in qualità di partner minore in progetti condotti dal gruppo francese Total.

Altri partner internazionali di YPFB nell’industria del gas naturale sono la spagnola Repsol e la brasiliana Petrobras.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.