Spagna: quasi 400 migranti salvati in mare nel weekend

Pubblicato il 5 agosto 2018 alle 14:08 in Immigrazione Spagna

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

397 migranti sono stati soccorsi nel Mediterraneo tra sabato 4 e domenica 5 agosto mentre tentavano di attraversare il mare dal Marocco verso la Spagna.

Nella giornata di sabato 4 agosto, sono stati soccorsi e salvati 395 migranti che si trovavano a bordo di 9 imbarcazioni all’altezza dello Stretto di Gibilterra e nel mare di Alborán, ovvero i due principali punti di attraversamento via mare in direzione della Spagna. A renderlo noto è stata la Guardia Costiera spagnola in un comunicato sul suo profilo Twitter. Altre due persone, viene riferito dalla medesima fonte, sono state inoltre salvate da una piccola barca a largo della costa nella giornata di domenica 5 agosto.

Sebbene il numero totale di migranti che raggiungono le coste europee via mare sia nettamente diminuito in confronto con i dati del 2015, la Spagna sta assistendo a un consistente aumento degli arrivi, iniziato oltre un anno fa e ampliatosi in dimensioni e portata negli ultimi mesi, in seguito all’adozione di una politica più ferrea di respingimento dei migranti condotta in Italia dal nuovo governo di coalizione Lega-M5Stelle. La Spagna, per la prima volta preferita dalle tratte migratorie alla penisola italiana, ha registrato quasi 21mila sbarchi nel solo primo semestre del 2018, ossia più di quanti ne ha contati in totale nell’intero 2017. Tali cifre sono state fornite dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (IOM). Il tasso di mortalità inerente agli attraversamenti che partono dal Marocco si aggira intorno a 1 decesso su 70, ha riferito l’IOM, rivelandosi minore a quello delle tratte tra Libia e Italia, che risulta essere 1 decesso su 19.

Per far fronte alla recente ondata migratoria che coinvolge le enclavi nordafricane di Ceuta e Melilla e lo stretto di Gibilterra, il governo spagnolo si è mobilitato e ha chiesto un sostegno immediato all’Unione Europea, pari a 35 milioni di euro. La richiesta di Madrid ha generato polemiche politiche, poiché il 27 luglio, quando 600 persone avevano scavalcato il muro che separa Ceuta dal Marocco, il ministro dell’interno Fernando Grande-Marlaska aveva negato l’emergenza, ora riconosciuta dallo stesso dicastero.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

 

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.