Tagikistan: sventato attentato contro forze russe

Pubblicato il 2 agosto 2018 alle 15:03 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le forze di sicurezza del Tagikistan hanno neutralizzato una cellula terroristica clandestina del “Partito della rinascita islamica” che avrebbe organizzato attacchi contro le forze russe di stanza nel paese, secondo quanto ha riferito all’edizione tagika dell’agenzia di stampar russa Sputnik il centro di pubbliche relazioni del Comitato di stato per la sicurezza nazionale della repubblica del Tagikistan.

L’operazione delle forze speciali della repubblica centroasiatica ha avuto luogo nel mese di febbraio, nell’occasione erano state arrestate 14 persone , che avevano progettato di compiere grandi attacchi terroristici durante le celebrazioni del Nowruz, il nuovo anno persiano. Tra gli attacchi in progetto, era previsto un attentato alla base militare russa 201 nella capitale Dushanbe. Le informazioni sul caso sono state rese pubbliche solo dopo il processo, tenutosi il 31 luglio scorso. Tutti gli arrestati sono riconosciuti colpevoli di far parte di un’organizzazione volta a compiere attività estremiste, di attraversare illegalmente il confine di stato, e anche di terrorismo.

Il tribunale ha condannato i due fondatori della cellula Fachriddin Gulov, a 25 anni e Machimudozhon Azamov a 26 anni di reclusione. Le altre persone coinvolte hanno ricevuto una condanna di sette anni. I terroristi, secondo quanto emerge dall’inchiesta sono stati addestrati nell’interno del paese, dopo di che hanno partecipato ad azioni militari al fianco dell’ISIS in Siria e Iraq. L’addestramento sarebbe stato finanziato dal Partito della rinascita islamica, il partito islamista radicale locale.

L’ambasciata in Tagikistan ha invitato i russi che intendono visitare il paese, ad usare cautela e evitare di visitare luoghi scarsamente popolati e difficili da raggiungere, all’ambasciata hanno rafforzato le misure di sicurezza. Il 30 luglio scorso un gruppo di ciclisti è stato attaccato nei pressi della frontiera afghana, e 4 di loro sono rimasti uccisi. L’ISIS ha rivendicato l’attacco mentre il ministero dell’interno tagiko ha attribuito la paternità dell’attacco al Partito della rinascita islamica.

La Russia e il Tagikistan collaborano attivamente nella lotta contro il terrorismo internazionale, in particolare da quando l’intelligence di Dushambe ha individuato numerosi ex membri delle forze di sicurezza tagike arruolati fra i combattenti dell’ISIS in Medio Oriente.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.