La Russia incrementerà la cooperazione con l’ASEAN nella lotta al terrorismo

Pubblicato il 2 agosto 2018 alle 21:00 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Russia è disposta ad aumentare la collaborazione con i paesi dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est asiatico (ASEAN) nella lotta contro il terrorismo. A dichiararlo il ministro degli Affari Esteri delle Federazione Russia, Sergej Lavrov.

“Siamo estremamente soddisfatti degli sviluppi delle nostre relazioni con l’ASEAN in tutte le aree, comprese le questioni relative ad affrontare nuove sfide e minacce globali. Prima di tutto, mi riferisco al terrorismo e ai terroristi stranieri”, ha dichiarato Lavrov, intervenendo alla riunione ministeriale Russia-ASEAN.

Il ministro ha poi aggiunto che la Russia considera i paesi dell’ASEAN e l’intera Organizzazione come importanti alleati sulla scena internazionale.

Secondo Lavrov, Mosca mira ad aumentare la collaborazione su questi temi nel quadro del vertice dell’Asia orientale e del Forum per la Sicurezza Regionale dell’ASEAN.

Inoltre, il ministro degli Esteri russo ha sottolineato che l’agenda dei negoziati economici e commerciali tra la Russia e l’ASEAN include “lo sviluppo di iniziative e progetti promettenti nel campo dell’energia, dell’agricoltura, della salute, delle piccole e medie imprese e dell’ecologia”.

“Una riunione dei ministri dell’economia dell’ASEAN è prevista per la fine di agosto e sono certo che l’incontro consentirà notevoli progressi in tutti questi settori”, ha affermato.

La ASEAN (in inglese Association of South-East Asian Nations) è un’organizzazione politica, economica e culturale di nazioni situate nel Sud-est asiatico. È stata fondata nel 1967 con lo scopo principale di promuovere la cooperazione e l’assistenza reciproca fra gli stati membri per accelerare il progresso economico e aumentare la stabilità della regione. Le nazioni che ne fanno parte si incontrano annualmente in un vertice nel mese di novembre e sono: la Birmania, il Brunei, la Cambogia, le Filippine, l’Indonesia, il Laos, la Malaysia, Singapore, la Thailandia e il Vietnam. La Papua Nuova Guinea è stata recentemente ammessa con lo status di osservatore.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.