Filippine: Cina dona imbarcazioni e lanciarazzi

Pubblicato il 29 luglio 2018 alle 15:38 in Cina Filippine

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Cina ha donato 4 imbarcazioni lunghe 12 metri e 30 lanciarazzi alle Filippine, continuando la linea del miglioramento delle relazioni fra i due Paesi.

La donazione include altresì piccole armi e munizioni, secondo quanto comunicato dal portavoce della Marina, il comandante Jonathan Zata. “Si tratta di equipaggiamento nuovissimo” ha spiegato l’uomo ai giornalisti, aggiungendo che l’esercito stava valutando la maniera miglior per integrare il materiale e fornire supporto logistico a lungo termine.

Già nel 2017, Pechino aveva donato a Manila circa 6.000 fucili d’assalto e centinaia di fucili di precisione. Tali armi erano state destinate alla Polizia Nazionale Filippina, aiutando così a sanare un deficit verificatosi nel 2016, dopo che i legislatori statunitensi avevano bloccato la vendita di circa 26.000 fucili M4 alle forze dell’ordine. La vendita era stata fermata poiché gli Stati Uniti non volevano essere identificati come il Paese che aveva armato la polizia filippina, colpevole di numerosi abusi dei diritti umani durante la guerra del presidente filippino, Rodrigo Duterte, contro il traffico di droga, che aveva provocato migliaia di morti.

Il leader delle Filippine, che è sempre stato critico nei confronti dell’alleanza del suo Paese con gli Stati Uniti, risalente agli anni ’50, desidera fortemente sviluppare una più stretta relazione commerciale e politica con la Cina. La donazione cinese è parte di una nuova ondata diplomatica per rafforzare i contatti con un Paese con il quale Pechino ha cattivi trascorsi storici, legati soprattutto alle dispute territoriali relative al Mar Cinese Meridionale. Manila e Pechino hanno avuto in passato una storia di dispute sulla sovranità marittima, ma le relazioni tra i due Paesi sono migliorate notevolmente con l’elezione del presidente Duterte, che ha adottato un approccio conciliativo con la Cina in cambio di prestiti in dollari, investimenti e accordi commerciali.

Rispetto ai trasferimenti di armi operati dagli Stati Uniti, la donazione della Cina è piuttosto piccola. Negli ultimi 5 anni, Washington aveva fornito 282 milioni di dollari in aiuti militari, inclusi droni, imbarcazioni, aerei di sorveglianza e fucili d’assalto. Per anni, gli Stati Uniti e le Filippine hanno portato avanti esercitazioni militari congiunte in una cifra di circa 300 all’anno, e tale programma non è stato annullato, nonostante Duterte, nel 2017, avesse ripetutamente minacciato di porvi fine e di abrogare i patti di difesa bilaterali esistenti fra i due Paesi.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Chiara Romano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.