Orban augura successo alla piattaforma antieuropeista di Bannon

Pubblicato il 28 luglio 2018 alle 6:30 in Europa Ungheria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Primo ministro dell’Ungheria, Viktor Orban, ha augurato “un grande successo” alla piattaforma “The Movement”, il progetto anti-europeista lanciato da Steve Bannon, l’ex capo stratega di Donald Trump. Sebbene non abbia annunciato di voler collaborare o sostenere la piattaforma creata da Bannon, Orban ha affermato che fosse arrivato il momento che qualcuno dagli Stati Uniti venisse in Europa per diffondere il pensiero conservatore anziché i valori liberali, secondo quando riporta Reuters. “L’America non è composta solo di liberali”, ha detto il Primo Ministro ungherese alla radio del Paese

“The Movement” ha l’obiettivo di aiutare i gruppi di estrema destra ad accrescere la loro influenza in Europa, mettendo a loro disposizione sondaggi, ricerche e consulenza, specialmente in campo di messaggistica e di targeting dei dati. The indpendent ha riportato che Bannon vorrebbe che la sua piattaforma no-profit funga da rivale nei confronti della liberale “Open Society Foundation”, creata dal magnate George Soros. Ricordiamo che Soros, nato in Ungheria ma naturalizzato statunitense, è stato accusato da Orban di incoraggiare le migrazioni di massa per indebolire l’Europa, come riportato sul New York Times. Il Primo ministro Ungherese è infatti un forte oppositore delle politiche migratorie dell’Unione Europea, a cui si è opposto costruendo, nel 2015, un muro al confine meridionale del suo Paese, affermando che proteggere i confini esterni dell’UE fosse l’unico modo per preservare i valori cristiani, come riportato dal quotidiano americano.

Bannon ha inoltre annunciato di voler di dare vita, dopo le elezioni europee di fine maggio, ad un gruppo all’interno del Parlamento Europeo capace di attratte un terzo dei suoi membri. “Tutti sono d’accordo sul fatto che il prossimo maggio sia estremamente importante, perché costituisce il primo vero faccia a faccia di portata continentale tra il populismo e il partito di Davos”, ha affermato l’ex stratega della Casa Bianca, alludendo al forum economico mondiale che si tiene annualmente in Svizzera. Data la centralità che le prossime elezioni europee hanno nel suo disegno politico, Bannon ha dichiarato di voler dare il via al progetto prima di maggio 2019. Tuttavia, non ha ancora indicato come “The Movement” verrebbe finanziato.

Bannon è stato in Ungheria alla fine di maggio, per partecipare alla conferenza internazionale “Il Futuro dell’Europa” nella capitale del Paese, dove ha incontrato il Primo ministro Orban.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Cristina Lipari

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.