Messico: trattative NAFTA pronte a ripartire

Pubblicato il 28 luglio 2018 alle 9:00 in Messico USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il segretario per l’Economia messicano, Ildefonso Guajardo, ha affermato che le parti in causa nella negoziazione del North American Free Trade Agreement (NAFTA) sono pronte a superare la fase di stallo e riprendere le trattative.

“Credo che ci siamo accordati sul processo e sul metodo con cui iniziare a risolvere le problematiche, dalle meno complesse alle più difficoltose, e questo è il modo in cui lo faremo”, ha affermato, in data venerdì 27 luglio, Guajardo, il quale si trova attualmente a Washington per incontrare il Rappresentante per il Commercio statunitense, Robert Lighthizer, e Jared Kushner, genero del presidente americano Donald Trump nonché suo consigliere di fiducia.

Giovedì 26 luglio, dopo quello che, a detta di Guajardo, è stato descritto come un incontro “costruttivo e molto positivo” con Lighthizer e Kushner, il Messico e gli Stati Uniti hanno convenuto sul bisogno di riprendere le trattative per decidere modifiche al NAFTA, nella speranza che si riesca a raggiungere un accordo sulle tematiche principali entro il mese di agosto 2018. Anche il presidente messicano, Enrique Pena Nieto, nella giornata di venerdì 27 luglio, ha affermato da Mexico City che la sua speranza è quella di accelerare le trattative, in modo da strappare un accordo entro agosto. Guajardo ha affermato che, a suo dire, si unirà presto alle negoziazioni anche il ministro degli Esteri canadese, Chrystia Freeland: “Ciò che mi aspetto è che prenderà parte al processo anche il Canada, o con due bilaterali, o con un trilaterale, qualunque cosa riusciremo a convenire”. Freeland ha recato visita al Messico nella giornata di mercoledì 25 luglio, e tanto lei quanto Guajardo hanno insistito sulla priorità di conservare il NAFTA come un patto trilaterale. Ciò fa seguito alle ipotesi teorizzate da Trump, il quale aveva recentemente accarezzato l’idea di cercare un accordo bilaterale con il solo Messico. Guajardo è stato raggiunto a Washington da Jesus Seade, il quale è stato scelto dal prossimo presidente messicano, Andres Manuel Lopez Obrador, come suo principale negoziatore commerciale. Obrador è stato eletto presidente del Messico l 2 luglio 2018, e assumerà tale carica a partire dal primo dicembre 2018.

Il governo messicano ha fatto sapere tramite una dichiarazione che i team incaricati da entrambe le nazioni continueranno il loro lavoro nei giorni a venire, in modo da preparare un futuro incontro ministeriale.

Fernando Murillo, esperto economista presso Oxford Economics, ha commentato la situazione attuale affermando: “Sembra che le trattative per il NAFTA stiano entrando in una nuova fase di ottimismo, ora che le elezioni messicane sono state concluse… Ma è bene non affrettarsi a stappare lo champagne. Non ancora. I negoziati per il NAFTA sono stati caratterizzati da numerosi slanci di profondo ottimismo e pessimismo nel corso dell’anno passato, e non è ancora chiaro come le problematiche contese, che includono regole di provenienza per le case automobilistiche, la clausola di durata del contratto (la cosiddetta “sunset provision”) di 5 anni, e il processo di risoluzione delle dispute, verranno risolte”.

Le trattative inerenti al NAFTA, negoziate da Stati Uniti, Messico e Canada, sono entrate in una fase di stallo nel mese di giugno 2018, quando Washington ha imposto dazi doganali su acciaio e alluminio non solo per i membri dell’Unione Europea, ma anche per Messico e Canada. Entrambi i Paesi hanno risposto alle misure volute da Trump con simili provvedimenti, incrementando le tasse di esportazione di alcuni prodotti americani quali il maiale, il ketchup e il Kentucky bourbon.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.