Lavrov a Berlino e Parigi per parlare di Siria e Ucraina

Pubblicato il 25 luglio 2018 alle 15:00 in Europa Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro degli esteri della Federazione russa, Sergej Lavrov, si è recato martedì 24 luglio a Berlino e a Parigi, dove ha incontrato Angela Merkel ed Emmanuel Macron per discutere della situazione in Siria e dell’applicazione degli accordi di Minsk in Ucraina Orientale, di cui Francia, Germania e Russia sono garanti assieme agli Stati Uniti. Assieme a Lavrov viaggia il capo di stato maggiore russo Valeryj Gerasimov. 

“Angela Merkel insieme al ministro degli Esteri Heiko Maas ha incontrato a Berlino il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov e il capo dello Stato Maggiore delle forze armate russe Valeryj Gerasimov. Il tema centrale dei colloqui è stata la situazione in Medio Oriente, in particolare in Siria. La cancelliera Merkel e il ministro Lavrov hanno discusso in particolare del rientro dei rifugiati in Siria. È stato affrontato anche il conflitto in Ucraina orientale, e in particolare la riattivazione del Formato Normandia. L’accordo su questo incontro era stato raggiunto la settimana scorsa tra il cancelliere e il presidente russo Vladimir Putin” – riferisce un comunicato delle due delegazioni al termine dell’incontro di Berlino.

Da Berlino il capo della diplomazia russa e l’alto ufficiale sono volati a Parigi, dove sono stati ricevuti da Emmanuel Macron. “Durante l’incontro con il presidente francese, si è discusso in dettaglio della situazione in Siria, della necessità di accelerare il processo di risoluzione politica, nonché delle questioni relative alla ricostruzione postbellica del paese con particolare enfasi sull’importanza del ritorno anticipato dei rifugiati e degli sfollati temporanei nei loro luoghi di origine. Le parti hanno inoltre esaminato l’attuazione del complesso di misure di Minsk del 12 febbraio 2015, confermando l’intenzione di continuare i contatti all’interno del formato Normandia” – ha comunicato il Ministero degli Esteri della Federazione russa.

Il Formato Normandia o Quartetto Normandia è il tavolo negoziale composto da Francia, Germania, Stati Uniti e Russia che lavora per la soluzione del conflitto in Ucraina orientale. I negoziatori sono giunti, tra il 2014 e il 2015, a una serie di accordi, noti come accordi di Minsk, che prevedono principalmente il reintegro delle repubbliche autoproclamate di Donetsk e Lugansk in un’Ucraina federale. Gli accordi sono bloccati per le accuse reciproche di sabotaggio degli stessi che si scambiano Mosca e Kiev, e per la volontà di Mosca di far sedere al tavolo dei negoziati i leader separatisti, proposta respinta tanto dall’Ucraina che dagli altri tre membri del quartetto. 

Alla vigilia del viaggio in Europa, Lavrov e Gerasimov avevano visitato Gerusalemme, dove avevano discusso con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu il compito di completare l’operazione anti-terrorismo nel sud della Siria e garantire la sicurezza lungo i confini di Israele.

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.