La Russia vende armi all’Armenia per 200 milioni di dollari

Pubblicato il 24 luglio 2018 alle 6:05 in Armenia Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Russia consegnerà armi all’Armenia nel quadro dell’accordo sul credito armeno-russo per un valore di 200 milioni di dollari. L’accordo è stato accettato in tutte le sue parti, ha comunicato domenica 22 luglio ai giornalisti il ministro della difesa dell’Armenia David Tonoyan.

“Consegnate le armi, non è escluso che non siano le stesse che sono in dotazione all’esercito russo” – ha dichiarato il ministro all’edizione armena dell’agenzia di stampa russa Sputnik. Tonoyan ha sottolineato, inoltre, che le relazioni armeno-russe sono amichevoli e sono legate a molti trattati, tuttavia, non ha escluso la possibilità di una revisione di alcune disposizioni in caso di necessità.

Nel mese di giugno del 2015 è stato firmato un accordo tra Mosca e Erevan per fornire all’Armenia un prestito di 200 milioni di dollari per l’acquisto di prodotti militari di fabbricazione russa. In conformità con l’accordo intergovernativo firmato il 24 ottobre 2017, la Russia fornirà alla parte armena un prestito di 100 milioni di dollari per finanziare le forniture di prodotti militari.

La parte armena può utilizzare il prestito per finanziare fino al 90% del costo di ciascun contratto. Il pagamento anticipato deve essere di almeno il 10% del valore del contratto, il progetto di accordo specifica che il prestito è emesso con scadenza a 15 anni (dal 2023 al 2037). L’Armenia deve beneficiare di linee di credito dal 2018 al 2022.

Nonostante i cambiamenti politici in corso nel repubblica caucasica sin dallo scorso aprile, quando al termine di manifestazioni non violente l’ex presidente e premier Serzh Sarksyan è stato costretto a lasciare il potere al leader dell’opposizione Nikol Pashinyan, e al di là della tradizionale equidistanza da Russia e Occidente della politica estera armena, Erevan rimane il miglior alleato di Mosca nella regione. 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.