Colombia: Duque svela i primi nomi del nuovo governo

Pubblicato il 23 luglio 2018 alle 6:01 in America Latina Colombia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Profili tecnici, legati ai sindacati, politici veterani e con posizioni vicine a quelle dell’ex presidente Álvaro Uribe. Questi sono gli identikit, almeno per il momento, del governo che sta plasmando il presidente eletto della Colombia, Iván Duque.

Duque ha assegnato 10 ministeri, tra cui i principali portafogli, e il Dipartimento per la pianificazione nazionale (DNP), un’agenzia chiave per la progettazione delle politiche pubbliche. Il successore di Juan Manuel Santos, che si insedierà il 7 agosto, ha nominato per ora quattro donne, anche se promette un governo paritario.

Duque ha iniziato a rendere noti i nomi di coloro che formeranno il suo governo sin dalla scorsa settimana. L’opinione pubblica è in particolare in attesa della distribuzione dei portafogli, perché i piani del nuovo presidente, che il 17 giugno ha vinto le elezioni nel secondo turno con oltre 10 milioni di voti, saranno pubblicati.

La composizione finale della governo è fondamentale anche per capire il grado di collegamento con l’uribismo. Uribe è stato il principale mentore do Duque durante la campagna elettorale molti analisti si interrogano riguardo ai margini che avrà il giovane neopresidente per costruire un profilo tutto suo.

Nuovo ministro delle finanze sarà Alberto Carrasquilla, che ha già ricoperto l’incarico per quattro anni con il presidente Uribe, tra il 2003 e il 2007. Agli esteri andrà Carlos Holmes Trujillo. “È una garanzia di esperienza politica, diplomazia e onorabilità”, ha affermato Duque parlando del suo prossimo capo della diplomazia. Holmes Trujillo è un veterano della politica, negli anni Novanta fu ministro nei  governi di César Gaviria e di Ernesto Samper, è stato ambasciatore presso l’Organizzazione degli Stati Americani (OES) e, con Uribe, fu incaricato della missione diplomatica colombiana presso l’Unione Europea.

Alla difesa, un portafoglio centrale nella politica del paese, che è appena emerso da più di mezzo secolo di conflitto armato con le FARC, Duque ha scelto un tecnico che si opponeva agli accordi di pace e vicino all’ex presidente Uribe, Guillermo Botero, presidente della Federazione nazionale dei commercianti (Fenalco).

Sono quattro le donne ad oggi nominate. Duque ha vinto le elezioni in ticket con Marta Lucía Ramírez, una politica conservatrice che sarà la prima donna vicepresidente della Colombia. In attesa delle ultime nomine, nel nuovo Gabinetto ci saranno donne incaricate all’Interno, all’Istruzione, all’Energia e Miniere e al Dipartimento per la pianificazione nazionale.

Nancy Patricia Gutiérrez, che ha militato nel Partito Liberale e in Cambio Radical, rileva il portafoglio degli Interni. “Credo fermamente in una società in cui la leadership delle donne è che abilita, quindi è un orgoglio che il paese abbia, per la prima volta, una ministra degli Interni” – ha dichiarato il presidente eletto tramite il suo account Twitter. Del ministero dell’Energia e delle Miniere sarà responsabile María Fernanda Suárez, già vicepresidente di Ecopetrol, la prima compagnia petrolifera in Colombia.

Il ministro dell’Istruzione sarà María Victoria Angulo, mentre Gloria Alonso guiderà il DNP, un’entità che coordina le decisioni politiche in questioni economiche, sociali e ambientali. “Lei è uno degli economisti più istruiti del nostro paese, ha iniziato la sua carriera presso la Banca della Repubblica è stata direttrice della politica macroeconomica del Ministero delle Finanze ed è stata viceispettore” – ha affermato il successore di Santos, che promette ora di integrare il governo con altre donne e con giovani.

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.