Stati Uniti: Trump discute Brexit con regina Elisabetta e afferma che si ricandiderà

Pubblicato il 15 luglio 2018 alle 9:35 in UK USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente americano, Donald Trump, ha discusso la Brexit con la regina Elisabetta, e ha poi affermato che intende ricandidarsi per le presidenziali statunitensi del 2020, spiegando che “tutti vogliono che io lo faccia” e che non ci sono candidati del partito democratico in grado di sconfiggerlo.

Domenica 15 luglio, il giornale Mail on Sunday ha riportato una intervista rilasciata da Trump, nella giornata di venerdì 13 luglio, al giornalista britannico Piers Morgan. Quando Morgan gli ha chiesto se fosse intenzionato a ricandidarsi nel 2020, Trump ha risposto: “Beh, ne ho tutta l’intenzione. Sembra che tutti vogliano che io lo faccia”. Il presidente ha inoltre affermato che, secondo lui, nessun democratico potrebbe sconfiggerlo: “Non vedo nessuno in grado. Li conosco tutti e non vedo nessuno in grado”.

Prima di lasciare la Gran Bretagna per dirigersi al vertice previsto lunedì 16 luglio ad Helsinki con il presidente russo, Vladimir Putin, Trump ha violato il protocollo reale inglese divulgando pubblicamente i dettagli della conversazione avuto con la regina Elisabetta riguardo le complessità del processo di attuazione della Brexit. Il presidente americano ha pertanto reso noto di aver effettivamente discusso della Brexit durante lo scambio avvenuto mentre era ospite della regina per un tè al castello di Windsor, e ha aggiunto: “La regina ha detto che si tratta di un problema molto complesso, e ha ragione. Penso che nessuno abbia idea di quanto la situazione diventerà complessa… Tutti pensavano che sarebbe stata una cosa molto semplice, del tipo ‘che ci vuole, restiamo o non restiamo nella UE, e vediamo che succede’”. Trump ha inoltre descritto la monarca inglese 92enne come “una donna incredibile, così acuta, elegante, saggia, così bella, dentro e fuori”, e ha detto che, siccome le è piaciuta molto, conta di aver fatto la stessa impressione su di lei.

Durante la sua visita diplomatica in Europa, Trump si è lamentato con i Paesi membri della NATO, ha rimproverato la Germania per la sua dipendenza energetica dalla Russia, e sconvolto i cittadini britannici criticando pubblicamente la strategia della premier inglese, Theresa May, in merito alla Brexit. In seguito, il presidente americano si è scusato con May per la dura critica pubblica, e ha affermato che la colpa sia dei quotidiani che diffondono “fake news”; inoltre, egli ha promesso un accordo di scambi bilaterali con la Gran Bretagna, quando il Paese lascerà l’Unione Europea definitivamente, a marzo 2019.

In merito al suo imminente incontro con Putin, Trump è rimasto invece più cauto con il giornalista del Mail on Sunday, affermando: “Penso che probabilmente potremo intenderci. Qualcuno chiese: siete amici o nemici? Ho risposto che è troppo presto per dirlo. Allo stato attuale dico che siamo rivali, ma per gli Stati Uniti, e francamente anche per il Regno Unito e altri Paesi, andare d’accordo con la Russia e con la Cina e tutti questi altri Stati… è positivo, non è negativo. È una cosa molto positiva”.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.