Trump contento del vertice NATO, ma Macron smentisce accordi sulle spese per la difesa

Pubblicato il 13 luglio 2018 alle 19:21 in NATO USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La mattina di giovedì 12 luglio, prima di lasciare Bruxelles alla volta di Londra, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, in una conferenza stampa, ha dichiarato di considerarsi soddisfatto del vertice appena terminato ed ha ribadito l’impegno statunitense nei confronti dell’Alleanza. “La NATO è molto più forte ora di quanto non fosse due giorni fa”, ha riferito il capo della Casa Bianca che, affiancato dal Segretario di Stato, Mike Pompeo, e dal Consigliere per la Sicurezza Nazionale, John Bolton. Le dichiarazioni di Trump per molti sono state sorprendenti, in quanto, durante i aveva accusato a più riprese i Paesi alleati.

Ricordiamo che durante il vertice Trump aveva accusato la Germania di essere “prigioniera della Russia”, per via delle contraddizioni riscontrate in merito al progetto del gasdotto Nord Stream 2. Il presidente statunitense aveva notato con amarezza che il Paese tedesco, che non arrivava a spendere il 2% del Pil per la difesa, paga miliardi di dollari in esportazioni di gas proprio allo Stato che viene percepito come una minaccia da alcuni membri della NATO. Erano state proprio le spese per la difesa il secondo oggetto degli attacchi di Trump. Il capo della Casa Bianca non si era limitato a criticare lo scarso impegno dei Paesi che non arrivano alla soglia del 2% del Pil, come stabilito nel 2014 in Galles, ma aveva chiesto di aumentare le spese per la difesa per arrivare ad un 4%.

Nonostante ciò, il bilancio di Trump sul vertice NATO, stando alle affermazioni della mattina di giovedì 12 luglio, è positivo. Il presidente ha dichiarato vittoria in merito alle spese per la difesa, affermando che “i soldi aggiuntivi che metteranno sono davvero sorprendente”. Tuttavia, il presidente francese, Emmanuel Macron, ha smentito le affermazioni di Trump, secondo cui le potenze della NATO avrebbero accettato di aumentare la spesa per la difesa oltre gli obiettivi precedenti. La notizia è stata resa in un tweet da The Associated press.

Macron si è anche espresso riguardo le presunte minacce mosse da Trump di abbandonare la NATO, affermando che: “il presidente Trump, non ha in nessun momento, né in pubblico né in privato, minacciato di lasciare la NATO”, come si può leggere su the Guardian, in cui è stato riportato che anche Angela Merkel abbia fatto simili osservazioni.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.