Russia: Putin non incontra il Re di Spagna

Pubblicato il 3 luglio 2018 alle 6:07 in Russia Spagna

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

“Sfortunatamete il presidente Putin non potrà assistere allo stadio Luzhniki di Mosca alla partita che vedrà la nostra nazionale affrontare la Spagna, ma come tutto il popolo russo farà il tifo per la nostra squadra, affinché riesca a battere una squadra che è stata campione del mondo. Purtoppo, l’agenda di Putin non gli consente di assistere al match”. Con questo breve comunicato, riportato dal portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov, la presidenza della Federazione russa ha reso noto che Putin non avrebbe incontrato il Re di Spagna, Felipe VI, a Mosca per Spagna-Russia di domenica 1 luglio.

Il Cremlino ha giustificato il mancato vertice tra i due capi di stato con la brevità del soggiorno del monarca nella capitale russa. Felipe VI è stato accolto dal premier Dmitrij Medvedev e dal vicepremier, ed ex ministro dello sport, Vitalij Mutko, con cui ha assistito alla partita, vinta dalla Russia ai calci di rigore. 

Vladimir Putin ha poi telefonato al monarca per “un saluto”, secondo quanto riferisce la presidenza della Federazione russa.

“Il presidente della Russia ha salutato il re di Spagna, Filippo VI, che era presente alla partita di calcio tra le squadre nazionali russe e spagnole. Il re di Spagna si è congratulato con Vladimir Putin per la vittoria della squadra russa. C’è stato un breve scambio di opinioni sull’ulteriore sviluppo delle relazioni bilaterali” – si legge nel comunicato del Cremlino.

Lasciando Mosca il Re ha dichiarato ai microfoni della Tv spagnola che “non mancheranno occasioni” di incontrare personalmente il presidente Putin. “Le autorità russe si staranno dividendo gli incontri, suppongo – ha affermato Felipe VI – non penso sia possibile assistere a tutte le partite del mondiale”.

Le relazioni tra Mosca e Madrid negli ultimi mesi sono peggiorate a causa del presunto appoggio russo agli indipendentisti catalani. L’ex ministro della difesa, Dolores de Cospedal, ora candidata alla guida del Partito Popolare, non aveva esitato ad accusare Mosca di interferenze. 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.