Madrid: con il Venezuela dobbiamo dialogare

Pubblicato il 26 giugno 2018 alle 15:00 in Spagna Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

“Le relazioni con le autorità venezuelane non possono essere costruite solo attraverso sanzioni, il dialogo è necessario” – è quanto ha affermato il ministro degli esteri spagnolo Josep Borrell nel giorno in cui l’Unione Europea ha deciso di estendere le sanzioni contro Caracas.

Il 25 giugno l’Unione Europea ha esteso le sanzioni contro il Venezuela, aggiungendo alla blacklist già esistente i nomi di 11 funzionari venezuelani ritenuti responsabili di violazioni dei diritti umani e di “indebolimento della democrazia”. Salgono dunque a 18 il numero totale di persone colpite dalle sanzioni di Bruxelles per la crisi che attraversa il Venezuela.

Secondo il capo della diplomazia spagnola, la Spagna si farà portavoce della “necessità di contribuire a trovare soluzioni politiche per la questione venezuelana, che non può essere risolta solo tramite le sanzioni”.

All’inizio dell’anno la UE ha imposto sanzioni contro alcuni alti funzionari del Venezuela. Successivamente Bruxelles ha dichiarato che avrebbe seguito da vicino il processo elettorale nel paese latinoamericano e di essere pronta a reagire usando misure appropriate a qualsiasi decisione o azione che potesse minare la democrazia e i diritti umani nel Paese sudamericano. Quando Nicolás Maduro ha convocato elezioni per il 22 aprile, Bruxelles ha fatto presente che non avrebbe riconosciuto il voto, posizione mantenuta quando il leader chavista ha rinviato il voto al 20 maggio.

Le sanzioni – ha aggiunto Borrell – non escludono la volontà di dialogo, e il governo spagnolo insisterà sulla ricerca di nuove possibilità di dialogo”. Il precedente governo spagnolo, del popolare Mariano Rajoy, era fra i più duri critici della deriva autoritaria assunta dal presidente venezuelano Maduro. Il nuovo governo, del socialista Pedro Sánchez, ritiene che la soluzione alla crisi venezuelana debba essere politica e che lo scontro frontale con le autorità di Caracas sia una via infruttuosa.

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.