Lituania-UE: avviata creazione di forze di reazione rapida a minacce informatiche

Pubblicato il 26 giugno 2018 alle 21:00 in Europa Repubbliche Baltiche

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Lituania ha avviato nel quadro di una cooperazione strutturata permanente (PESCO) la creazione di forze di reazione rapida alle minacce informatiche. A riferirlo nella giornata di lunedì 25 giugno il ministro della Difesa della Lituania, Raymundas Caroblis.

“Stiamo firmando una dichiarazione di intenti per quanto riguarda la costituzione delle forze europee di reazione veloce alle minacce informatiche e per il meccanismo di sostegno congiunto firmato da sei paesi, vale a dire Estonia, Romania, Lituania, Croazia, Spagna e Paesi Bassi“, ha dichiarato  il Ministro Caroblis all’arrivo alla riunione congiunta tenutasi a Lussemburgo dei Ministri degli Esteri e il Ministero della Difesa dei 28 paesi membri dell’UE.

Secondo quanto dichiarato dal ministro della Difesa lituano, il progetto coinvolgerebbe alcuni altri stati membri dell’UE che non firmano la dichiarazione “per motivi procedurali, tenendo conto della complessità del problema”. Allo stesso tempo, Caroblis ha definito l’iniziativa di Vilnius “uno dei progetti chiave all’interno della PESCO”.

La Cooperazione strutturata permanente (acronimo PESCO, dall’inglese Permanent Structured Cooperation) è un’iniziativa dell’Unione Europea nell’ambito della Politica di sicurezza e di difesa comune volta all’integrazione strutturale delle forze armate di 25 dei 28 stati membri; essa si basa sull’articolo 42.6 e sul protocollo 10 del Trattato sull’Unione europea. La PESCO è stata prevista dal Trattato di Lisbona del 2009 ed avviata nel 2017 con un primo gruppo di progetti che saranno lanciati nel 2018. L’accordo è simile ad una cooperazione rafforzata, poiché non richiede l’adesione di tutti gli stati membri per poter essere avviato. La funzione di segretariato della PESCO sarà svolta congiuntamente dal Servizio europeo per l’azione esterna e dall’Agenzia europea per la difesa.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.