Corea del Nord e Corea del Sud approvano riunioni delle famiglie separate dalla guerra

Pubblicato il 23 giugno 2018 alle 7:00 in Corea del Nord Corea del Sud

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il governo di Pyongyang e quello di Seoul si sono accordati, venerdì 22 giugno, per organizzare dal 20 al 26 agosto le riunioni delle famiglie separate dalla guerra di Corea del ’50-’53 presso il resort del Monte Kumgang. La lista finale delle famiglie partecipanti verrà rilasciata il 4 agosto.

Milioni di persone sono state separate a seguito della guerra di Corea negli anni’50. La ripresa delle riunioni familiari, interrotte nel 2015, rappresenta uno degli accordi raggiunti tra i due Paesi a seguito dello storico incontro svoltosi il 27 aprile nel villaggio di confine di Panmunjom.

Al termine dell’incontro i due Capi di Stato avevano firmato la Joint Panmunjom Declaration nella quale erano incluse le promesse di perseguire una progressiva riduzione delle armi, cessare le attività ostili tra i due Paesi, trasformare il confine fortificato in una zona di pace e avviare dialoghi multilaterali con altri Stati, inclusi gli Stati Uniti.

Il processo di progressiva riappacificazione tra le due Coree sembra procedere sulla strada giusta, anche a seguito dell’esito positivo dell’incontro del 12 giugno a Singapore che ha visto protagonisti il leader nordcoreano, Kim Jong Un, e il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.

Sebbene il governo di Pyongyang non abbia ancora avviato passi concreti verso la completa denuclearizzazione della penisola coreana, come annunciato al temine dell’incontro di Singapore, la scelta di permettere alle famiglie coreane di rivedersi mostra la buona volontà della Corea del Nord.

Il governo di Washington, inoltre, ha affermato di essere disposto a sollevare le sanzioni che gravano su Pyongyang non appena vedranno realizzate le promesse di smantellamento degli arsenali nucleari nordcoreani. In tale circostanza, l’economia della Corea del Nord potrebbe trovare nuovi investitori stranieri interessati al proprio mercato e vedere così aumentare il tenore di vita dei propri cittadini.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Alice Barberis

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.