Stati Uniti: identificato sito nordcoreano per test missilistici

Pubblicato il 21 giugno 2018 alle 19:15 in Corea del Nord USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il governo di Washington avrebbe identificato uno dei più importanti siti utilizzati dalla Corea del Nord per testare i propri missili. Tale sito potrebbe essere smantellato nel prossimo futuro a seguito degli accordi presi dal leader Kim Jong Un e dal presidente Trump nello storico incontro svoltosi a Singapore il 12 giugno.

Il sito in questione sarebbe il Sohae Satellite Launching Ground, situato nell’area occidentale del Paese e aperto nel 2008. Secondo quanto riportato dall’ufficiale americano che lo ha individuato, si tratterebbe di una location utilizzata dal governo di Pyongyang per testare i motori a propellente liquido da installare sui missili balistici a lungo raggio.

Sebbene il segretario della Difesa americano, James Mattis, abbia affermato che non sono stati ancora fatti passi avanti concreti da parte di Pyongyang verso la denuclearizzazione della penisola coreana, il segretario stesso ha fatto notare che il processo richiede tempo e che non sono state ancora avviate negoziazioni più dettagliate.

“Qualora la Corea del Nord dovesse effettivamente smantellare il sito di Sohae, si tratterebbe di un segnale positivo verso la distensione e la denuclearizzazione dal momento che si delineerebbe contestualmente la possibilità di porre fine al lancio di determinati missili da parte di Pyongyang”, ha sottolineato Jenny Town, ricercatrice presso 38 North.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, e il leader nordcoreano, Kim Jong Un, hanno firmato un documento congiunto per lavorare alla completa denuclearizzazione della penisola coreana alla fine dello storico summit tenutosi presso l’hotel Capella, sull’isola Sentosa di Singapore, martedì 12 giugno.

Il documento afferma che “il presidente Donald Trump e il presidente Kim Jong Un hanno avuto uno scambio di opinioni completo, profondo e sincero sulle questioni legate all’instaurazione di nuove relazioni fra Stati Uniti e Corea del Nord e alla costruzione di un regime di pace duraturo e solido sulla penisola coreana. Trump si è impegnato a fornire garanzie di sicurezza alla Corea del Nord e Kim Jong Un ha riaffermato il suo impegno saldo e risoluto alla completa denuclearizzazione della penisola coreana”.

La denuclearizzazione, ha dichiarato il presidente americano, “comincerà molto, molto velocemente”. A tal fine, il segretario di Stato statunitense, Mike Pompeo, e funzionari nordcoreani dovrebbero seguire le negoziazioni “il più presto possibile”. “Abbiamo avuto un incontro storico e abbiamo deciso di lasciarci il passato alle spalle”, ha dichiarato Kim Jong Un. Ringraziando il presidente Trump, il leader nordcoreano ha concluso che “il mondo assisterà ad un cambiamento significativo”.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Alice Barberis

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.