ONU: Consiglio di Sicurezza elegge i 5 nuovi membri

Pubblicato il 9 giugno 2018 alle 15:59 in Europa USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha votato, venerdì 8 giugno, ed eletto Germania, Belgio, Sudafrica, Repubblica Dominicana e Indonesia come nuovi membri non permanenti del Consiglio di Sicurezza, in carica per due anni a partire dal 1 gennaio 2019.

L’Indonesia ha raccolto 144 voti, un numero in netto vantaggio rispetto ai 46 riscossi dalle Maldive, nelle contestate elezioni per il seggio riservato all’area Asia-Pacifico, mentre gli altri 4 Paesi candidati hanno vinto senza rivali. I candidati la cui elezione non venga contestata necessitano comunque di vincere con un vantaggio maggiore ai due terzi della totalità dei voti dell’Assemblea Generale riservati a un determinato seggio per essere regolarmente eletti. Sono stati 190 in totale i voti riservati a ogni area di interesse, con relativo seggio, nelle elezioni di venerdì. La Germania ne ha ricevuti 184, il Belgio 181, il Sudafrica 183, e la Repubblica Dominicana 184 in seguito a una prima votazione inconcludente. I gruppi regionali generalmente si mettono d’accordo su quali Paesi candidare in blocco, e sono molto rare le competizioni tra due potenziali Stati membri non permanenti a entrare nel Consiglio di Sicurezza. Quest’ultimo è il solo organo delle Nazioni Unite che possa prendere decisioni legalmente vincolanti e che abbia il potere di imporre sanzioni e autorizzare in via eccezionale l’uso della forza a livello internazionale per dirimere conflitti e controversie o per risolvere questioni di massima importanza e gravità.

Il ministero degli Affari Esteri dell’Indonesia, il Paese con la più grande maggioranza musulmana al mondo, ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che perseguirà un approccio globale omnicomprensivo per combattere il terrorismo, il radicalismo e l’estremismo durante il proprio mandato presso l’ONU. Il ministero indonesiano ha altresì aggiunto che, durante la sua membership non permanente, verrà anche affrontata la tematica palestinese.

L’Indonesia, tra la serata di domenica 13 e il primo mattino di lunedì 14 maggio 2018, è stata testimone del peggior attacco terroristico avvenuto sul suo territorio dal primo ottobre 2005, giorno in cui a Bali una serie di attentati suicidi causarono la morte di 20 cittadini; nella recente aggressione, sono morte quasi 30 persone, tra cui i 13 sospetti attentatori suicidi.

I 10 seggi non permanenti del Consiglio di sicurezza sono rinnovati per metà ogni anno e sono distribuiti come segue: cinque seggi per il gruppo degli Stati dell’Africa e dell’Asia e del Pacifico, due per il gruppo dell’America latina e Caraibi, due per il gruppo dell’Europa occidentale e altri Stati, e uno per il gruppo dell’Europa orientale. In base alle consuetudini sviluppatesi in seno alle Nazioni Unite, ogni anno l’Assemblea Generale elegge 5 nuovi Stati membri non permanenti, i quali si uniscono ai 5 eletti l’anno precedente, ai quali si aggiungono i 5 membri permanenti dell’ONU, ossia gli Stati Uniti, la Gran Bretagna, la Francia, la Cina e la Russia. Ad abbandonare la propria membership permanente, ogni anno, sono i 5 Paesi eletti due anni prima. Alla fine del 2018, sarà il turno di Paesi Bassi, Svezia, Etiopia, Bolivia e Kazakistan. I 5 seggi che resteranno invariati per il 2019 saranno: Costa d’Avorio, Guinea Equatoriale, Kuwait, Perù e Polonia.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.