Russia-Israele: accordo su truppe siriane alla frontiera del Golan

Pubblicato il 29 maggio 2018 alle 20:21 in Israele Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Israele ha accettato la proposta russa di schierare ai suoi confini settentrionali le truppe governative siriane secondo quanto riportano tanto la stampa israeliana che la stampa russa.

“Secondo fonti politiche di alto livello, è stato raggiunto un accordo tra Israele e Russia sul confine settentrionale. L’accordo prevede che l’esercito  del presidente siriano Assad prenda posizione al confine con Israele, in cambio i russi promettono che non vi sarà  alcuna presenza iraniana o degli Hezbollah nei pressi della frontiera” – avrebbe comunicato una fonte del governo di Israele citata anche dal secondo canale della TV israeliana.

La “terra di nessuno” al confine israelo-siriano lungo la linea di demarcazione fissata al termine della guerra del Kippur del 1973, rientra nella zona di distensione, istituita nel 2017 in seguito agli accordi siglati da Russia, USA e Giordania a margine del G20 di Amburgo. L’accordo riconosceva a Mosca un ruolo di “garante” della sicurezza nella zona. La Russia renderebbe dunque effettivo questo ruolo di garanzia, assicurando ad Israele l’allontanamento delle truppe iraniane e di quelle del movimento sciita libanese Hezbollah.

Il ministro degli Esteri di Mosca Sergej Lavrov aveva affermato lunedì 28 maggio che sul confine sud della Siria devono esserci solo forze governative del paese e nessun’altra forza.

In contemporanea il ministero della difesa della Federazione russa ha reso noto che si terrà una riunione operativa tra i ministri della difesa dei due paesi. L’incontro si terrà nella sede del ministero della Difesa a Mosca.

Il ministro della Difesa israeliano Avigdor Lieberman incontrerà giovedì 31 maggio a Mosca il ministro della Difesa russo Sergej Shoigu. “Lieberman e Shoigu si sono sentiti al telefono alla fine della scorsa settimana. Durante la conversazione, Shoigu ha invitato Lieberman a un incontro personale giovedì al ministero della Difesa russo a Mosca” si legge nella nota.

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.