Colombia: primo Paese sudamericano a entrare nella NATO

Pubblicato il 27 maggio 2018 alle 12:00 in America Latina Colombia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Colombia entra ufficialmente a far parte dell’Organizzazione del Trattato dell’Atlantico del Nord (NATO), diventando, allo stato attuale, l’unico Paese dell’America Latina in seno all’alleanza.

Il presidente colombiano, Juan Manuel Santos, si incontrerà il 31 maggio a Bruxelles con il Segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, per completare il processo di adesione della Colombia come parte dell’alleanza militare. Nella serata di venerdì 25 maggio, durante un discorso trasmesso dall’emittente televisiva di Stato, Santos ha annunciato che il suo Paese si unirà formalmente all’Organizzazione del Trattato dell’Atlantico del Nord (NATO), diventando così a tutti gli effetti un “partner globale”. Santos ha dichiarato: “La Colombia beneficia molto dal fatto di giocare un ruolo attivo in seno alla comunità internazionale: molti dei problemi a cui facciamo fronte sono sempre più presenti a livello globale, e per trovare soluzioni necessitano del sostegno e della collaborazione degli altri Paesi. Formalizzeremo a Bruxelles la prossima settimana, e l’ingresso della Colombia nella Nato, nella categoria di partner globale, è molto importante. Saremo l’unico Paese dell’America Latina con questo privilegio”.

Inoltre, il capo di Stato ha colto l’occasione per annunciare che, poche ore prima del suo intervento televisivo, la Colombia è stata accettata come Paese membro anche in seno all’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE). A tal proposito, il presidente ha affermato: “Dopo sette anni di lavoro giudizioso e dedicato, oggi siamo stati accettati a pieno titolo come membri dell’OCSE, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. Far parte dell’OCSE e della NATO migliora l’immagine della Colombia e ci rende un attore più importante sulla scena internazionale”.

Stando a quanto annunciato dalla NATO tramite il proprio portale web, il partenariato globale con la Colombia si tradurrà, a livello pratico, in una stretta cooperazione in materia di sicurezza globale, marittima e informatica, e in materia di terrorismo e legami con il crimine organizzato. L’alleanza militare, creata il 4 aprile 1949, riunisce attualmente 29 Paesi membri – 30 con l’aggiunta di Bogotá. L’accordo sull’adesione colombiana alla NATO era stato raggiunto a maggio 2017, in seguito al raggiungimento dell’accordo di pace definitivo tra il governo di Santos e le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC), un’organizzazione guerrigliera comunista di ispirazione marxista-leninista e bolivariana, che era stata fondata nel Paese nel 1964. Nel 2016, Santos era stato insignito del Premio Nobel per la Pace proprio per il suo ruolo di mediatore negli accordi con i guerriglieri colombiani. Il presidente lascerà l’incarico quest’anno. Nella giornata di domenica 27 maggio, il Paese sta affrontando le elezioni presidenziali.

Oltre alla Colombia, sono partner globali della NATO anche Afghanistan, Australia, Iraq, Giappone, Corea del Sud, Mongolia, Nuova Zelanda e Pakistan.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.