Frontex: i flussi migratori del mese di aprile

Pubblicato il 22 maggio 2018 alle 9:31 in Europa Immigrazione

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Secondo quanto riportato dall’agenzia europea della guardia di costiera e frontiera Frontex, nel mese di aprile, sono entrati irregolarmente in Europa 10.500 migranti, pari a un terzo rispetto alle cifre del 2017.

Nei primi quattro mesi di quest’anno, complessivamente, il numero di stranieri irregolari è diminuito del 44%, soprattutto per via della minore pressione migratoria lungo la rotta del Mediterraneo centrale, secondo quanto riportato dal comunicato di Frontex. Non a caso, nel mese di aprile, in Italia sono giunti 2.800 migranti via mare, pari al 78% in meno rispetto all’aprile 2017, la cui principale nazionalità è stata tunisina ed eritrea, che hanno rappresentato il 40% del totale.

Nella tratta del Mediterraneo orientale, nel mese di aprile, il numero di migranti irregolari è stato pari a 6.700, 2/3 in più rispetto a marzo. Nei primi quattro mesi del 2018, più di 14.900 stranieri sono entrati in Europa attraverso tale tratta, segnando un aumento del 92% rispetto allo stesso periodo del 2017. Frontex spiega che tale trend è stato causato dall’aumento delle traversate irregolari dalla Turchia. All’inizio di maggio, il direttore esecutivo dell’agenzia europea, Fabrice Leggeri, ha spiegato che, nel corso di aprile,  il numero dei migranti che dalla Turchia hanno tentato di raggiungere la Grecia è aumentato del 17%. A suo avviso, tale aumento è dovuto al crescente numero di stranieri che si stanno spostando verso l’Occidente dalla Siria, dall’Iran e dall’Iraq. Alla luce di questa crescente pressione migratoria, secondo Leggeri, le autorità europee dovrebbero aumentare i controlli presso le frontiere e ad attuare sistemi di deportazione efficaci. Il 15 maggio, 7 migranti di origini afghane, tra cui 3 bambini, hanno perso la vita in un naufragio nel Mar Egeo. La Guardia Costiera turca ha soccorso complessivamente 13 stranieri, 12 afghani e un iraniano, i quali stavano cercando di raggiungere l’isola greca di Lesbo, posizionata nell’Egeo nord-orientale, dalla costa turca in prossimità di Ayvacik, nella provincia di Canakkale. Frontex rende noto che le principali nazionalità dei migranti che attraversano la tratta del Mediterraneo orientale sono siriana ed irachena.

In merito alla tratta del Mediterraneo occidentale, ad aprile, il numero di stranieri che è entrato irregolarmente in Europa è stato pari a 1.100, un quarto di più rispetto all’aprile 2017. Complessivamente, nei primi quattro mesi dell’anno sono state registrate 4.600 entrate, una cifra superiore soltanto di 95 rispetto allo stesso mese dell’anno passato. La principale nazionalità è stata quella marocchina, seguita da quella guineana e da quella maliana.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.