Russia: Putin inaugura il ponte di Crimea

Pubblicato il 15 maggio 2018 alle 21:00 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin ha partecipato alla cerimonia di apertura del “Krymsky most”, il ponte sullo stretto di Kerch, e ne ha testato personalmente il funzionamento.

Per testare la resistenza dell’infrastruttura, Putin ha percorso tutto il ponte al volante di un camion Kamaz alla testa di un convoglio di altri 30 autocarri. Il tragitto, dalla regione del Krasnodar a Kerch, ha avuto una durata complessiva di sedici minuti.

Putin, prima di iniziare il viaggio inaugurale del ponte, ha verificato il funzionamento del centro per la gestione del traffico e dei servizi operativi alla viabilità. Il ponte di Crimea, con i suoi 19 chilometri di lunghezza, è divenuto oggi il ponte più lungo d’Europa, strappando il primato al ponte Vasco da Gama di Lisbona, con i suoi 17,2 km.

Il costo complessivo per la realizzazione dell’infrastruttura è di 6,9 miliardi di rubli, mentre la sua capacità di transito è stimata intorno alle 40.000 autovetture l’anno.

E mentre Kiev protesta, il ponte sullo stretto di Kerch, che collega via terra la Crimea alla Russia, relegando in secondo piano l’attuale collegamento navale tra Porto Kavkaz e Port Krym, diventa un vero e proprio simbolo. Un segnale forte che vuole mettere una volta per tutte un punto al dibattito circa il riconoscimento da parte della comunità internazionale della penisola. Con i suoi 19 chilometri dalla penisola di Taman alla Crimea, il ponte collegherà indissolubilmente la Russia “non riconosciuta” alla Russia riconosciuta, senza più la necessità di passare per territorio ucraino o di avvalersi dell’unica connessione navale presente finora, operata da traghetti tra Porto Kavkaz e Port Krym.

Si pensava che la circolazione delle autovetture e dei treni sarebbe iniziata a dicembre 2018 o a gennaio del prossimo anno, ma è stata battuta ogni previsione. I collegamenti verranno aperti già nella giornata di domani mercoledì 16 maggio, soltanto un giorno dopo la sua inaugurazione e ben sei mesi in anticipo rispetto alla scadenza prevista alla presentazione del progetto. Nel 2019 sarà aperto anche il ponte parallelo a quello già esistente, dedicato al transito dei treni.    

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.