Corea del Nord: sollevate questioni sullo smantellamento dell’arsenale nucleare

Pubblicato il 15 maggio 2018 alle 19:45 in Asia Corea del Nord

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli esperti di disarmo nucleare hanno sollevato numerose questioni e prospettato diversi scenari a seguito dell’annuncio dello smantellamento del sito nucleare di Punggye-ri attraverso la distruzione dei tunnel presenti con l’uso di esplosivi, previsto tra il 23 e il 25 maggio.

Il governo di Pyongyang ha invitato pubblicamente i principali media internazionali a prendere parte all’evento mentre non è stato fatto alcun riferimento esplicito in merito alla presenza di ispettori tecnici. Alcuni report recenti sul sito nucleare mostrano che diverse aeree di Punggye-ri sono divenute instabili a seguito degli ultimi esperimenti condotti nel mese di settembre.

“Riempire i tunnel con calcestruzzo, sabbia o ghiaia potrebbe essere una soluzione migliore e più sicura per la chiusura del sito di Punggye-ri rispetto alla sua distruzione tramite esplosione”, ha sottolineato Suh Kune-yull, professore di ingegneria dei sistemi di energia nucleare presso l’Università Nazionale di Seoul.

Accanto al rischio di una chiusura non ottimale del sito con conseguenti fughe di materiale radioattivo, si pone l’interrogativo sulla possibilità di realizzare una chiusura permanente del sito. Oltre all’abbattimento degli edifici del sito di Punggye-ri, sarà necessario mettere in sicurezza l’area per evitare che il materiale nucleare possa essere riesumato ed utilizzato per forgiare nuove armi oppure venduto sul mercato nero.

Nonostante i rischi e gli interrogativi connessi allo smantellamento del sito di Punggye-ri, la decisione del governo di Pyongyang è stata accolta con entusiasmo come primo gesto concreto della volontà nordcoreana di avviare il processo di completa, irreversibile e verificabile denuclearizzazione della penisola.  Il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, ha annunciato, domenica 13 maggio, che gli Stati Uniti potrebbero abolire le sanzioni nei confronti della Corea del Nord se il governo di Pyongyang si impegnerà a smantellare completamente l’arsenale nucleare.

La chiusura del sito nucleare nordcoreano dovrebbe precedere l’incontro tra il leader Kim Jong Un e il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, fissato per il 12 giugno a Singapore. Gli argomenti principali di discussione previsti durante l’incontro tra i leader dei due Paesi riguardano la denuclearizzazione della penisola coreana, la conclusione degli esperimenti nucleari nordcoreani e la riappacificazione tra Corea del Nord e Corea del Sud.

In linea con la decisione di smantellare il sito nucleare di Punggye-ri, inoltre, il governo di Pyongyang avrebbe deciso di unirsi agli sforzi internazionali tesi ad abolire i test di armi nucleari. “La Repubblica Popolare Democratica di Corea si unirà agli sforzi internazionali volti ad imporre un divieto totale agli esperimenti nucleari”, ha affermato martedì 15 maggio Han Tae-song, ambasciatore della Corea del Nord presso le Nazioni Unite.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Alice Barberis

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.