Cina: incontro tra il leader nordcoreano e il presidente Xi

Pubblicato il 9 maggio 2018 alle 6:20 in Cina Corea del Nord

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il leader della Corea del Nord, Kim Jong Un, si è recato in visita in Cina per la seconda volta nell’arco di due mesi ed ha incontrato nuovamente il presidente cinese, Xi Jinping, martedì 8 maggio, presso la città costiera di Dalian. Il leader Kim è stato accompagnato dalla sorella, Kim Yo Jong.

Durante la visita, annunciata pubblicamente solo una volta terminata, il leader nordcoreano Kim ha confermato al presidente Xi la sua intenzione di impegnarsi per la denuclearizzazione e la pacificazione della penisola coreana, come previsto dalla Joint Panmunjon Declaration, siglata alla fine dello storico incontro avvenuto venerdì 27 aprile tra i capi di Stato delle due Coree.

“A condizione che le parti rilevanti della questione eliminino le proprie politiche ostili e le minacce alla sicurezza nei confronti della Corea del Nord, il governo di Pyongyang non vede la necessità di sviluppare una potenza nucleare. Pertanto, sotto queste condizioni, può essere realizzata la completa denuclearizzazione della penisola coreana”, avrebbe affermato il leader Kim, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa cinese Xinhua.

La visita di Stato del leader Kim Jong Un in Cina rappresenta la seconda effettuata da lui personalmente. La prima ha avuto luogo alla fine di marzo e ha rappresentato il primo viaggio di Stato al di fuori della Corea del Nord effettuato dal leader Kim Jong Un dal 2011, anno in cui ha assunto la carica a seguito della morte del padre, Kim Jong Il.

Questa visita segue di pochi giorni l’incontro avvenuto il 3 maggio tra il leader Kim Jong Un e il ministro degli Affari Esteri cinese, Wang Yi, a Pyongyang, durante il quale i due Paesi hanno riaffermato la stretta collaborazione che li ha contraddistinti anche in passato.

La Cina rappresenta l’alleato principale della Corea del Nord sia dal punto di vista diplomatico sia dal punto di vista economico, sebbene abbia supportato nel 2017 la decisione in sede di Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite di imporre sanzioni su Pyongyang a seguito dei ripetuti test nucleari.

Lo stretto legame tra i due Stati è stato ribadito dal presidente Xi durante la visita del leader Kim a Dalian. “La Cina supporta la decisione della Corea del Nord di impegnarsi per la denuclearizzazione della penisola. Il governo di Pechino, inoltre, appoggia la scelta del leader Kim Jong Un di voler incontrare direttamente il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump”, ha affermato il presidente cinese, Xi Jinping.

Il supporto della Cina alle decisioni di distensione della Corea del Nord potrebbe svolgere un ruolo importante in vista del futuro incontro tra il leader Kim Jong Un e il presidente americano, Donald Trump. La data e la location precise dell’incontro non sono state ancora rivelate, tuttavia, il presidente Trump ha affermato di essere disponibile a svolgere il summit entro le prossime tre o quattro settimane ed il villaggio di confine di Panmunjom, dove si è svolto lo storico incontro tra le due Coree, è stato preso in considerazione come possibile location.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Alice Barberis

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.