Antiterrorismo: accordi Russia-Argentina-Brasile

Pubblicato il 6 maggio 2018 alle 6:02 in Argentina Brasile Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Russia è attualmente impegnata in colloqui con l’Argentina e il Brasile riguardo all’adesione dei due paesi latinoamericani alla banca dati internazionale antiterrorismo. È quanto ha dichiarato in un incontro con la stampa il vicedirettore del Dipartimento del ministero degli Esteri russo sulle nuove sfide e minacce, Dmitrij Feoktistov.

“Un certo numero di paesi della regione — ha spiegato l’alto funzionario russo — esprimono interesse ad aderire a questo database, in particolare l’Argentina e il Brasile. Stiamo discutendo le modalità concrete di adesione al database, specifiche per ogni paese, che consiste in un’enorme quantità di informazioni sui terroristi”.

Stiamo progettando di avviare con l’Argentina un processo per sviluppare un quadro di accordo bilaterale nel settore della lotta contro il terrorismo” – ha aggiunto Feoktistov che ha  parlato alla stampa a Washington il 3 maggio scorso. Inoltre, il diplomatico russo ha affermato che tra i due paesi vi è una profonda comprensione reciproca il che lascia sperare che l’accordo sia pronto in tempi brevi.

“Non fissiamo le scadenze perché vogliamo preparare un documento di alta qualità – ha sottolineato Feoktistov – se l’Argentina opera anche in modo rapido ed efficace, allora ci sarà l’opportunità di firmare questo documento durante la prossima visita del Presidente Putin in Argentina per partecipare al Vertice del G20 alla fine di novembre o ad inizio di dicembre [del 2018]”.

Feoktistov ha lamentato inoltre come gli Stati Uniti continuino a evitare una discussione franca con la Russia in materia di antiterrorismo, nonostante le numerose richieste in materia inviate dalle autorità russe. 

“Purtroppo con gli Stati Uniti il dialogo in generale non procede – ha affermato l’alto funzionario del ministero degli esteri russo – sfortunatamente, non c’è un dialogo politico generale con gli americani, come non c’è stato negli ultimi anni”

Il diplomatico russo a Washington ha preso parte alla riunione plenaria del Comitato interamericano contro il terrorismo (CICTE), che si è tenuto presso la sede dell’Organizzazione degli Stati Americani. La banca dati antiterrorismo dei servizi segreti russi (FSB) è condivisa con le agenzie di intelligence di 34 stati e con 6 organizzazioni internazionali.

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.