Afghanistan: esplosione moschea, almeno 17 morti

Pubblicato il 6 maggio 2018 alle 20:20 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Almeno 17 persone sono morte, e altre 34 sono rimaste ferite, in seguito a un’esplosione avvenuta presso una moschea di Khost, provincia dell’Afghanistan orientale.

La detonazione è avvenuta nel primo pomeriggio di domenica 6 maggio. Gli ufficiali della polizia locale hanno affermato che il bilancio delle vittime rappresenta una stima provvisoria, e che molto probabilmente è destinato ad aumentare. La dinamica dell’accaduto non è ancora stata accertata definitivamente, tuttavia sembra che l’esplosione non sia stata il risultato diretto di un attentato terroristico, bensì un incidente involontario collegato ad alcuni esplosivi rimasti nella moschea. Nessun gruppo estremista ha rivendicato la detonazione, e i talebani, i quali avevano messo in guardia la popolazione esortando a non presentarsi alle urne quando avrà inizio la votazione, hanno rilasciato una dichiarazione in cui negano il loro coinvolgimento nell’incidente di domenica.

Basir Bina, portavoce delle forze di polizia afghane della provincia di Khost, ha affermato che molti fedeli si erano radunati nella moschea per le preghiere successive al mezzogiorno. Il luogo di culto era stato recentemente preposto anche a centro di registrazione dei cittadini votanti che prenderanno parte alle prossime elezioni parlamentari, previste nel Paese in data 20 ottobre 2018.

Lunedì 30 aprile, due esplosioni separate avevano colpito la capitale dell’Afghanistan, Kabul, all’alba. In tale occasione, almeno 29 persone erano morte, e altre 49 erano rimaste ferite. Si era trattato in quel caso di attentati terroristici, rivendicati dallo Stato Islamico.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.