Stati Uniti potrebbero ridurre le truppe stanziate in Corea del Sud

Pubblicato il 4 maggio 2018 alle 18:24 in Corea del Sud USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, avrebbe ordinato al Pentagono di preparare diverse opzioni in previsione del progressivo ritiro delle truppe americane stanziate in Corea del Sud, giovedì 3 aprile, secondo quanto riportato da The New York Times. La decisione del presidente Trump sarebbe stata presa a distanza di poche settimane dall’incontro al vertice previsto con il leader nordcoreano, Kim Jong Un, durante il quale i due capi di Stato potrebbero discutere del futuro della presenza militare americana in Corea.

Il presidente Trump sembrerebbe essere determinato a ridurre il numero di soldati americani stanziati in Corea del Sud a seguito dei risultati positivi raggiunti venerdì 27 aprile durante lo storico incontro tra il leader nordcoreano Kim e il presidente della Corea del Sud, Moon Jae-In. Secondo quanto concordato nella Joint Panmunjom Declaration, le due Coree avrebbero deciso di avviare i negoziati per stipulare un trattato di pace in grado di porre fine definitivamente alla guerra di Corea.

In concomitanza con la discussione sul futuro delle truppe americane, Stati Uniti e Corea del Sud stanno negoziando sulla modalità più efficace con cui dividere le spese militari. Il 31 dicembre 2018 scadrà lo Special Measures Agreement tra i due Stati in base al quale il governo di Seoul paga ogni anno circa 800 milioni di dollari di spese militari per contribuire al sostentamento delle forze americane sul suo territorio. L’amministrazione americana potrebbe chiedere alla Corea del Sud un contributo maggiore per le spese militari a partire dal 2019.

Il consigliere per la Sicurezza Nazionale americana, John Bolton, tuttavia, avrebbe smentito, venerdì 4 aprile, quanto riportato dal quotidiano The New York Times, affermando che il presidente Trump non avrebbe chiesto al Pentagono di elaborare delle opzioni per la riduzione delle forze americane stanziate in Corea del Sud.

In linea con la posizione del consigliere Bolton si colloca la dichiarazione rilasciata dal governo di Seoul, mercoledì 2 maggio, secondo la quale non vi sarebbe un rapporto diretto tra la definizione di un trattato di pace tra le due Coree e il ritiro delle truppe americane dalla Corea del Sud.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Alice Barberis

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.