Guyana e Suriname parteciperanno all’incontro dell’Organizzazione della Cooperazione Islamica

Pubblicato il 4 maggio 2018 alle 15:00 in America Latina Bangladesh

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Guyana e Suriname parteciperanno alla 45ª sessione dei ministri degli esteri dell’Organizzazione della Cooperazione Islamica (OIC) a Dhaka, Bangladesh, dal 5 al 6 maggio 2018.

Il ministro degli Esteri Carl Greenidge si recherà in Bangladesh per rappresentare la Guyana, mentre il rappresentante del Suriname alla Banca per lo sviluppo islamico, Anwar Lall Mohamed, guiderà la delegazione del suo paese all’incontro.

Lall Mohamed guiderà una delegazione di quattro persone e intratterrà colloqui bilaterali con il Bangladesh, la Guyana, la Malaysia, l’Indonesia, la Turchia, il Marocco, l’Arabia Saudita e la Nigeria. Le questioni che riguardano il Suriname sono la crisi dei rifugiati Rohingya, la scienza e la tecnologia, l’agricoltura e l’industria farmaceutica.

Greenidge, che ha negli ultimi anni incrementato il livello di partecipazione della Guyana all’OIC e ha partecipato alle ultime due riunioni dei ministri degli esteri dell’OIC in Uzbekistan e Costa d’Avorio, guiderà la delegazione della Guyana di tre persone all’incontro di Dhaka. Sarà anche accompagnato da Shiraz A. Mohamed, che è legato alla missione della Guyana presso le Nazioni Unite.

Il ministro degli esteri canadese Chrystia Freeland sarà presente all’incontro.

L’Organizzazione della Cooperazione Islamica (OIC) è la seconda più grande organizzazione intergovernativa dopo le Nazioni Unite e si estende su quattro continenti.

L’incontro si aprirà con una cerimonia inaugurale il 5 maggio e si concluderà con una sessione di chiusura preceduta da un evento collaterale, una sessione di brainstorming dal titolo “Le sfide umanitarie negli Stati membri dell’OIC con un focus speciale sulla situazione umanitaria dei Rohingya”.

A Dhaka, Greenidge terrà incontri bilaterali con alcune delle sue controparti e userà il forum per aggiornare gli stati membri sulla controversia in corso tra Guyana e Venezuela, riaperta da Caracas più di un secolo dopo la sua risoluzione.

La Guyana utilizzerà inoltre il forum internazionale per continuare la sua battaglia per una più forte cooperazione economica e politica tra l’OIC, la Banca islamica e gli stati membri.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e dall’inglese e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.