Zakharova: caso Skripal’ era “necessario”

Pubblicato il 1 maggio 2018 alle 6:00 in Russia UK

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

“Abbiamo qualcosa da raccontare. Gli aggiornamenti verranno comunicati dal comitato investigativo russo, dall’ambasciata russa nel Regno Unito,  e dal ministero degli esteri”, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova durante il programma Domenica sera con Vladimir Solovyov, in onda sul canale Rossiya 1.

“Il caso Skripal è stato necessario per giustificare l’attacco in Siria da parte della Gran Bretagna e degli Stati Uniti. Ormai è passato in secondo piano”, ha detto la Zakarova.

“Non ci sono prove dell’uso di armi chimiche in Siria, ma i britannici erano in possesso delle informazioni per quanto riguarda l’uso di armi chimiche russe nel Regno Unito”, ha proseguito la portavoce.

Lo scorso 4 marzo a Salisbury, nel Regno Unito, furono avvelenati l’ex agente della GRU,  Sergej Skripal’, e sua figlia Yulia. Il caso provocò un grande scandalo a livello internazionale. Londra sostiene che nell’avvelenamento con la sostanza A234 sia coinvolta la Russia. Mosca, da parte sua, ha in più occasioni smentito le allegazioni.

Nella notte dello scorso 14 aprile, USA, Gran Bretagna e Francia hanno sferrato attacchi missilistici su obiettivi governativi siriani utilizzati, secondo fonti non confermate, per la produzione di armi chimiche. Le autorità siriane, tuttavia, sostengono che l’intero arsenale chimico è stato portato via sotto il controllo dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPAC).

Il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin ha definito l’attacco “un atto di aggressione contro uno stato sovrano”, aggiungendo che gli esperti militari russi e locali non hanno confermato l’attacco chimico.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.