Nicaragua: continuano le proteste contro Ortega

Pubblicato il 30 aprile 2018 alle 20:30 in America Latina America centrale e Caraibi

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

A dare il via alla violenta ondata di proteste in cui sono morte almeno 43 persone è stata la decisione del presidente del Nicaragua, Daniel Ortega, di revocare la riforma previdenziale.

Oltre ai 25 morti, si contano 67 feriti e 43 dispersi. Questo il bilancio di cinque giorni di scontri in Nicaragua. Le proteste, iniziate lo scorso mercoledì 25 aprile, si sono concentrate soprattutto nella capitale Managua e nelle località limitrofe. La polizia ha risposto con proiettili di gomma e gas lacrimogeni. Circa venti persone sono state arrestate. La maggior parte delle vittime presenta ferite da arma da fuoco.

Il Dipartimento delle Nazioni Unite per i diritti umani ha espresso grande preoccupazione per la violenza degli ultimi giorni e ha invitato le autorità nicaraguensi a fermare ulteriori attacchi contro i manifestanti e i mezzi di informazione. Anche la Conferenza dei vescovi cattolici del Nicaragua ha condannato duramente la repressione appellandosi al buonsenso del governo.

Ortega, 72 anni, ex guerrigliero sandinista con idee marxiste, pose fine alla dittatura di Anastasio Somoza nel 1979. Dopo aver vinto una guerra civile contro forze ribelli di destra (i Contras) guidò il paese secondo principi di estrema sinistra. Rimase al potere fino al 1990, anno in cui decise di concedere le elezioni e le perse. In quegli anni Ortega si fece notare anche per la forte opposizione agli Stati Uniti, che avevano supportato il movimento controrivoluzionario dei Contras. Tornato al potere nel 2006 si trova ora al suo terzo mandato consecutivo.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.