Pakistan: aumentate le spese militari

Pubblicato il 27 aprile 2018 alle 19:15 in Asia Pakistan

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro delle finanze pakistano, Miftah Ismail, dopo aver elogiato la ripresa economica del Paese, ha annunciato di voler aumentare del 10% le spese militari per il prossimo anno fiscale, venerdì 27 aprile. Durante la presentazione del budget previsto per l’anno 2018-2019 presso la National Assembly, il ministro delle finanze Ismail ha promesso anche un incremento dei fondi in ambito sanitario, educativo e sociale.

L’economia del Pakistan è cresciuta nel corso degli ultimi anni grazie ad una riduzione della violenza nel Paese e a numerosi finanziamenti elargiti dalla Repubblica Popolare Cinese. La crescita del PIL per il prossimo anno fiscale è prevista al 6.2%. “A seguito dei bassi tassi d’interesse, il commercio e l’industria sono cresciuti e sono stati creati nuovi posti di lavoro”, ha dichiarato il ministro Ismail.

Gli Stati Uniti hanno annunciato la sospensione dell’assistenza militare al Pakistan che corrisponde ad una perdita di 2 miliardi di dollari per il Paese. La decisione americana è stata presa a seguito delle accuse che vedono coinvolto il governo di Islamabad nell’assistenza o nella mancata lotta ai militanti islamici che compiono attacchi terroristici nel confinante Afghanistan.

La scelta di aumentare il budget delle spese militari si inscrive in un periodo di tensioni tra il partito al potere, ovvero il Pakistan Muslim League-Nawaz (PML-N), e l’apparato militare, il quale ha sempre svolto un ruolo di primo piano nel governo del Pakistan.

Alcuni funzionari del partito PML-N hanno ventilato la possibilità che alcuni elementi delle forze militari stiano cercando di indebolire il partito prima delle elezioni di luglio. Tuttavia, l’esercito ha negato qualsiasi tipo di interferenza nella sfera politica.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Alice Barberis

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.